Tre giorni di street art per il Villaggio olimpico

Graffitari da venerdì a domenica all’ex scalo Romana

Tre giorni e una ventina di artisti giovani appartenenti a Stradedarts, un collettivo che si occupa di street art. L’obiettivo? Creare un’opera collettiva sui muri perimetrali del futuro Villaggio olimpico 2026 ospitato nell’ex scalo ferroviario di Porta Romana. L’iniziativa, promossa da Coima Sgr che sta realizzando il Villaggio a Cinque Cerchi e organizzata da Brand for the City srl, si svolgerà dal 29 settembre al 2 ottobre (il quarto e ultimo giorno è previsto un momento istituzionale di consegna dell’opera alla cittadinanza alla presenza di istituzioni amministrative e sportive).

Il murales sarà realizzato su pannelli ad incollaggio e ad ogni artista verrà richiesto di interpretare a suo modo e secondo il proprio stile, i valori olimpici: pace, inclusività, giustizia, diritti umani, libertà. Uno dei pannelli sarà trattato come opera collettiva al fine di riunire come in un mosaico gli elementi principali di ogni artista e suddiviso in 20 pezzi per renderlo riutilizzabile a fine evento.

M.Min.