Trattativa in Regione per i licenziamenti. La Ecobat non cede

Fumata nera per Ecobat, che si occupa di riciclaggio delle batterie e della produzione di piombo. Durante la convocazione in...

Fumata nera per Ecobat, che si occupa di riciclaggio delle batterie e della produzione di piombo. Durante la convocazione in Regione, preceduta da uno sciopero e da un presidio davanti ai cancelli, l’azienda e i sindacati non hanno raggiunto l’accordo sui 7 licenziamenti, confermati comunque dai vertici. "La società si è presa un po’ di tempo per fare ragionamenti e per capire se confermare la mancata intesa e procedere unilateralmente", ha spiegato Antonio Iavarone della Fim. Il prossimo incontro è stato convocato per il 15 gennaio. I dipendenti, 66 in totale nel polo di via Beccaria, avevano da poco finito 9 mesi di cassa integrazione, quando è arrivata l’ulteriore doccia fredda. "Il lavoro sta riprendendo, i forni sono stati riaccesi. Non è un’azienda in crisi". La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro