Quotidiano Nazionale logo
27 mar 2022

Traffico bloccato quando escono gli alunni

Il Comune di Cerro teme incidenti. Ma alcuni genitori protestano: così si creano problemi ai genitori che hanno i minuti contati

Il sindaco teme rischi per i bambini che tornano a casa con il Bicibus e il Pedibus
Il sindaco teme rischi per i bambini che tornano a casa con il Bicibus e il Pedibus
Il sindaco teme rischi per i bambini che tornano a casa con il Bicibus e il Pedibus

Il Comune chiude alle auto il parcheggio della scuola e tra le famiglie serpeggia il malumore. "Quella commistione tra auto, pedoni e biciclette è potenzialmente pericolosa, non aspettiamo che ci scappi l’incidente". È questa la filosofia che ha portato l’amministrazione di Cerro al Lambro a istituire una Ztl davanti all’elementare di Riozzo, in via Diaz. Un’area dove, oltre ai veicoli di chi usa il mezzo privato per accompagnare e ritirare i bambini, confluiscono quotidianamente i servizi di Pedibus e Bicibus con gli studenti scortati dai volontari. Proprio per tutelare ciclisti e pedoni è stato deciso lo stop delle auto in ingresso, che scatterà dal 1° aprile nei giorni feriali e riguarderà l’orario di uscita degli alunni, dalle 16 alle 16.45. "È questo il momento più critico, mentre la mattina gli ingressi sono più diluiti e la situazione è gestibile", spiega il sindaco Gianluca Di Cesare. Che ribadisce come l’ordinanza, dalla quale sono esclusi i veicoli di residenti, disabili e insegnanti oltre allo scuolabus, sia stata emessa in un’ottica di sicurezza e prevenzione. "Negli ultimi mesi, nonostante la presenza di polizia locale e nonni vigili, io stesso sono stato testimone di momenti di forte rischio". Il Comune aveva già cercato di sensibilizzare le famiglie su questo tema, "purtroppo quell’appello non ha sortito effetti: da qui l’ordinanza – precisa Di Cesare – che ha carattere temporaneo, fino al termine dell’anno scolastico".

L’annunciata chiusura ha provocato qualche mal di pancia tra i genitori abituati a raggiungere la scuola con le quattro ruote. "Va bene la sicurezza, ma così si penalizzano persone che magari hanno i minuti contati e usano l’auto per motivi logistici", commenta Francesco Piazza, consigliere comunale di minoranza e rappresentante di classe, che dopo aver raccolto diverse lamentele non esclude un’interpellanza in consiglio comunale e anche una raccolta di firme. "Abbiamo sempre sostenuto che quella scuola sia stata costruita in una posizione infelice e che l’intera zona avrebbe bisogno di una riorganizzazione viabilistica", conclude Piazza, capogruppo della lista Solidarietà civica indipendente. Inaugurata nel 2018, la primaria di Riozzo ha circa 280 iscritti.

Alessandra Zanardi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?