Tanti in viaggio. E tra le mete vince l’Egitto

Boom di viaggi in Egitto per Pasqua da parte dei cittadini dell'Adda Martesana, nonostante la tensione nel Mar Rosso. Aumento del 5% rispetto all'anno precedente, con preferenza per città d'arte e mini crociere. Prospettive positive anche per l'estate, con prenotazioni in crescita per l'agenzia viaggi cassanese.

La situazione di tensione belli- ca in Mar Rosso non frena il turismo, boom di viaggi in Egitto di cittadini dell’Adda Martesana in queste vacanze di Pasqua. Numerose le mete scelte all’estero dai vacanzieri, con un aumento del 5% rispetto al periodo di Pasqua dello scorso anno, tra città d’arte e turismo balneare. Parecchie anche le scelte per mini crociere. Una tendenza in aumento che si allinea con i numeri più in generale del mercato sul turismo a livello nazionale. "Siamo soddisfatti sui numeri di vendita per queste vacanze di Pasqua – spiega Beppe Balini (nella foto) responsabile dell’a-genzia Adda Viaggi –. Sono tanti i gruppi organizzati partiti per città all’estero. Grande soddisfazione poi anche per i numeri di vendita raggiunti per le mini crociere in queste brevi vacanze per la festa di Pasqua, ma anche per la vendita più in generale di viaggi in crociera in costante aumento per periodi più gettonati". Buone le prospettive anche per il periodo estivo, con prenotazioni al rialzo per l’agenzia viaggi cassanese. " Credo che il successo della nostra agenzia viaggi – continua Balini – sia nella cultura che va ben oltre il consiglio alle scelte delle mete da raggiungere. Seguiamo il cliente per tutta la durata della vacanza, sostenendolo per soluzioni su eventuali criticità e imprevisti dell’ultimo momento".

Nessuna disdetta, poi, per le difficoltà di ottenere il passaporto causate dalle lungaggini della burocrazia. "Siamo a conoscenza dei problemi legati al rilascio del passaporto – conclude Giuseppe Balini – un problema che tuttavia non ha creato criticità con i nostri clienti: hanno ottenuto il documento in tempo per le partenze presentando la documentazione di viaggio". Poche le richieste per mete in italiano, mercato sempre più affidato al fai da te. Stefano Dati