Sprofondano le tombe al cimitero: "E i cittadini inascoltati da mesi"

Mura esterne che perdono pezzi, ossari pericolanti, crolli di intonaci e nei giorni scorsi il cedimento. Il consigliere Pozzoli: immobilismo dell’Amministrazione, dopo le transenne lì da un anno, ora questo scempio. .

Sprofondano le tombe al cimitero: "E i cittadini inascoltati da mesi"

Sprofondano le tombe al cimitero: "E i cittadini inascoltati da mesi"

Sprofondano le tombe al cimitero di Opera. Da mesi i cittadini lamentano problemi al camposanto cittadino: mura esterne che perdono pezzi, ossari pericolanti, crolli di intonaci. Ma nei giorni scorsi, forse anche a causa delle abbondanti piogge, sono letteralmente sprofondate alcune tombe. La denuncia è arrivata da una cittadina che ha trovato la tomba di un caro sprofondata nel terreno e "protetta" da alcune transenne. A ottobre scorso alcuni cittadini avevano segnalato al Comune i problemi e la vicenda era finita anche sul tavolo del consiglio comunale. Dopo 5 mesi la situazione non solo non è stata risolta ma è peggiorata. "Sprofondano le lapidi in mezzo al piazzale del cimitero. Ultimo scempio causato dall’immobilismo di questa Amministrazione. Neanche il rispetto per i defunti hanno - sono le parole di Pino Pozzoli, consigliere comunale di opposizione -. Dopo le transenne posizionate da un anno che impediscono alle persone di avvicinarsi ai propri cari e i muri marciti per le troppe infiltrazioni è arrivata quest’ultima novità. Non ascoltano le richieste dei cittadini da mesi". Sulla vicenda il Comune di Opera precisa: "In merito alle due tombe sprofondate presso il cimitero di Opera, l’Amministrazione rende noto che il perimetro è già stato messo in sicurezza e che sono stati effettuati i sopralluoghi dai tecnici del Comune per organizzare l’intervento in urgenza che è stato programmato per domani (oggi per chi legge, nda) e che vedrà il ripristino totale e la sistemazione definitiva dell’area interessata".

"A segnalare il disastro anche Marina Pellighelli, cittadina di Opera, che a ottobre scorso aveva denunciato lo stato di ammaloramento del cimitero: denuncia rimasta inascoltata. "Qui la situazione è davvero imbarazzante - racconta - l’acqua finisce nelle lampade e danneggia l’impianto elettrico, le tettoie di alcuni corridoi sono state bucate dalle grandinate e non ancora riparate. È davvero desolante e a volte è pericoloso venire qui a far visita ai nostri cari"".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro