Sostenibilità: riconoscimento alla Lutech

Gruppo Lutech, con 4.700 professionisti e ricavi oltre i 600 milioni, ha ricevuto il Premio Vision Fabrique per la sostenibilità. Si è trasferito a Cinisello, recuperando 36mila metri cubi di uffici dismessi, e ha implementato lo smart working e parchi di car sharing.

Sostenibilità: riconoscimento alla Lutech

Sostenibilità: riconoscimento alla Lutech

Gruppo Lutech, 4.700 professionisti e ricavi che superano i 600 milioni, ha ricevuto il Premio Vision Fabrique. Due anni fa l’azienda si è trasferita a Cinisello. "Siamo fortemente radicati nel Nord Milano e accogliamo con grande entusiasmo questo riconoscimento – ha commentato Mirco Bovo, head of procurement & facility management officer del Gruppo -. La nostra azienda è fortemente orientata alla sostenibilità. Facciamo parte del Most (il centro nazionale per la mobilità sostenibile, ndr) con 24 università e altre imprese che collaborano con noi a progetti di ricerca e sviluppo: quasi 400 milioni sono stati investiti in questi 3 anni dal Most". Nel panorama locale Lutech, leader nei servizi Ict per la digital trasformation, rappresenta un’unicità ecologica. "La nostra sede rappresenta un esempio di recupero aree urbane – ha ricordato Bovo -. Ci siamo spostati da Cologno e abbiamo recuperato 36mila metri cubi di uffici dismessi a Cinisello, in via Gorky. Questo rappresenta un valore per la città e anche per noi". Anche all’interno della sede, Lutech ha fatto la sua parte in termini di azioni virtuose. "Ci siamo dotati di un bilancio di sostenibilità, abbiamo incrementato il parco auto elettrico, passando dal 6 a oltre il 30 per cento e su mille automobili sono numeri importanti". Si fa ecologia anche sulle modalità di lavoro. "Abbiamo implementato con forza lo smart working per oltre il 60 per cento dei dipendenti: questo è importante per le dinamiche che riguardano la mobilità e le emissioni. Per i lavoratori che, invece, vengono in sede abbiamo creato parchi di car sharing e car pooling (auto condivise per gruppi, ndr)".La.La.