RUBEN
Cronaca

Solidali e al servizio della città Associazioni in rete

Ruben

Razzante*

Le gelide temperature invernali sono arrivate con puntualità e segnalano una ben nota emergenza, quella dei senzatetto e degli indigenti che, sempre più numerosi, popolano la città di Milano. Ed ecco pronta una raccolta di coperte e indumenti caldi, maglioni e calzini, da distribuire in maniera estesa a tutti coloro che ne hanno bisogno, senza lasciare nessuno al gelo. Il Comitato Mi’mpegno, in questo caso affiancato da uno storico partner, i City Angels, è sempre attivo nell’assistenza agli ultimi e ha messo in cantiere questa e altre iniziative per supportare le istituzioni affinchè facciano di tutto per combattere le emarginazioni e le ingiustizie sociali, peraltro in aumento dopo il Covid. Gennaio è anche un mese di bilanci, oltre che di programmazione. L’anno scorso è stato quello della vera ripartenza dopo la pandemia e il Comitato Mi’mpegno, sotto la guida di Carmelo Ferraro, Direttore Generale dell’Ordine degli Avvocati di Milano, che l’ha fondato e ne coordina le attività, può dirsi davvero soddisfatto e orgoglioso, avendo al suo attivo decine di attività sociali, culturali e politiche. "Abbiamo mobilitato centinaia di amici e volontari - racconta Ferraro - la nostra associazione porta avanti un forte impegno verso le fasce deboli della popolazione, lavorando al contempo per sensibilizzare l’opinione pubblica e portare sostegno concreto a chi soffre. Insieme ad altre associazioni, Mi’mpegno è stata al centro di una forte campagna a sostegno del popolo ucraino grazie alla collaborazione con padre Ihor Boiko, Rettore del Seminario di Leopoli, che ha portato all’accoglienza di centinaia di profughi". Le nuove sfide che attendono la macchina della solidarietà milanese sono nobili e impegnative: "Nel 2023 - annuncia Ferraro- potenzieremo la rete con le altre associazioni, portando avanti importanti azioni sul fronte della valorizzazione delle periferie, per prevenire le emergenze sociali e rafforzare il senso di comunità".

*Docente di Diritto

dell’informazione all’Università Cattolica

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro