Si ferisce al braccio con una lama. Grave un elettricista di 55 anni

Infortunio sul lavoro in zona Brenta: l’uomo stava utilizzando una “spellacavi“

Si ferisce al braccio con una lama. Grave un elettricista di 55 anni

Si ferisce al braccio con una lama. Grave un elettricista di 55 anni

La ferita profonda al braccio, l’arrivo dei soccorsi e la corsa d’urgenza all’Humanitas, perché l’uomo stava perdendo molto sangue. L’infortunio sul lavoro risale a ieri, poco dopo pranzo: a ferirsi, un uomo di 55 anni, elettricista, che era alle prese con un intervento nei locali di un elettrauto dove sono in corso interventi di ristrutturazione in via Cassano D’Adda 3, a pochi passi da viale Ortles, in zona Brenta. Stando a quanto emerso al momento, la ferita sarebbe stata procurata da una “spellacavi“ che è un tipo di macchinario utilizzato per eliminare l’isolante da un cavo elettrico, in modo da poter utilizzare il cavo per nuovi collegamenti. Questo attrezzo ha una lama, regolabile, e rulli. Qualcosa deve essere andato storto e la parte tagliente, stando a quanto rilevato al momento, ha squarciato un braccio dell’uomo. Erano le 13.40 di ieri. Poi la richiesta di aiuto e l’arrivo immediato dei soccorritori di Areu con un’automedica e un’ambulanza. Il personale sanitario, dopo aver stabilizzato il cinquantacinquenne, lo ha portato al pronto soccorso dell’ospedale Humanitas di Rozzano in codice rosso per le gravi lesioni da taglio.

Avrebbe perso molto sangue dall’arto ferito. Nel cantiere sono arrivati anche gli agenti della polizia locale di Milano per i primi rilievi. La pattuglia di ghisa è poi rimasta in attesa di Ats, che accerterà la dinamica dell’infortunio. In serata l’uomo non era in pericolo di vita ed era tenuto sotto osservazione dai medici.

Il giorno prima, giovedì 4 luglio, c’era stato un incidente sul lavoro in pieno centro: un uomo di 27 anni, al lavoro in un locale di via Meravigli, in pieno centro, si era lievemente ustionato. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 con un’ambulanza e un’automedica, allertati inizialmente in codice rosso. Ma le condizioni del ventisettenne sono apparse subito più lievi del previsto. Alla fine è stato accompagnato in codice giallo al pronto soccorso del Niguarda. Intervenuti anche i vigili del fuoco e i carabinieri.

M.V.