Sfida tra pasticcieri e panettieri. Ecco il re delle offelle in città

La giuria, gli assaggi e il podio: ha vinto “El Prestiné del Purtòn”. "Ho imparato l’arte da mio suocero"

Sfida tra pasticcieri e panettieri. Ecco il re delle offelle in città

Sfida tra pasticcieri e panettieri. Ecco il re delle offelle in città

Ha vinto "El Prestiné del Purtòn", ma hanno vinto soprattutto la genuinità, la fragranza e la tradizione nell’insolita gara tra pasticcieri e panettieri che si è svolta ieri a Melegnano, nella sala consiliare del Comune. Una giuria presieduta da Matteo Cunsolo, presidente dei panificatori di Confcommercio Milano, Lodi e Monza - e composta, tra l’altro, dal sindaco Vito Bellomo e da Luciano Passoni, ideatore dell’iniziativa - ha decretato quali siano i migliori produttori locali di offelle, dolci tipici di Melegnano, che si consumano da oltre 100 anni e, nella credenza popolare, sono legati a San Biagio, protettore della gola. "Ho imparato l’arte delle offelle da mio suocero, il segreto è la sfogliatura - ha detto Francesco Romano del Prestiné del Purtòn, primo classificato su 10 concorrenti -. Non è molto che mi cimento con questo prodotto, non mi aspettavo di vincere. La gara mi è piaciuta anche per il clima che si respirava, disteso e senza rivalità". Al secondo posto si è piazzata la "Pasticceria Lombardia"; terzo gradino del podio per "La Casa del Pane". Tutti i partecipanti hanno ricevuto una pergamena e una vetrofania che attesta la territorialità del prodotto. Preparate, secondo la ricetta originale, con un involucro di pasta sfoglia e un cuore di confettura di albicocche, le offelle possono essere rivisitate in vari modi, con un ripieno di crema pasticcera, pistacchio o cioccolato. Ma sono ottime anche vuote, assicurano i golosi.

Tra i produttori locali, c’è chi le prepara solo tra gennaio e febbraio e chi invece le propone tutto l’anno, anche sull’onda delle richieste dei clienti. Presentato da Max Curti e organizzato in accordo col Comune e Confcommercio, il concorso culinario, alla sua prima edizione, ha l’obiettivo di valorizzare un prodotto "che di certo merita di essere conosciuto anche al di fuori di Melegnano", ha detto la presidente locale di Confcommercio, Caterina Ippolito. "Il commercio al dettaglio contribuisce a vivacizzare il tessuto della città", ha aggiunto il sindaco, evidenziando l’importanza delle botteghe di quartiere.

Accompagnata da un logo ideato da Rosanna Galli, la gara gastronomica verrà riproposta in futuro anche con l’obiettivo di ottenere, per le offelle di Melegnano, il marchio Deco (Denominazione comunale di origine).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro