Quotidiano Nazionale logo
24 mar 2022

Scuola: storica occupazione alla Setti Carraro di Milano, la prima nella sua storia

Ad annunciarla su Instagram il collettivo A112: "E' ormai diventata una scuola che non ascolta chi la vive e che rimane sorda davanti alle nostre urla"

Un'austera immagine dell'Istituto Setti Carraro in centro a Milano
Un'austera immagine dell'Istituto Setti Carraro in centro a Milano

Milano -  "Oggi, noi studenti della Setti Carraro, consapevoli delle responsabilità che ci stiamo prendendo, abbiamo deciso di occupare la nostra scuola per la prima volta nella storia, aderendo al movimento di lotta studentesca, sotto al grido: 'se la scuola non cambia, ce ne occupiamo noì". Comincia così il lungo post su Instagram con cui il Collettivo A112 dell'istituto Setti Carraro di Milano ha annunciato la storica occupazione della scuola.

"Questo risveglio di coscienze - continua il post - era inevitabile in quella che è ormai diventata una scuola che non ascolta chi la vive e che rimane sorda davanti alle nostre urla. Tastiamo tutti con mano il sempre più evidente disagio che circola tra i banchi: attacchi di panico, individualismo e competizione dilagante. Eppure è questa la scuola in cui scegliamo di entrare ogni giorno». «Perché - si chiedono studentesse e studenti - la accettiamo passivamente? Noi prendiamo le distanze da chi si rassegna, poiché sappiamo che è giunto ormai il momento di far sentire le nostre voci e anche quelle di coloro che non hanno i nostri privilegi".

Poi l'attacco all'esecutivo: "Questa occupazione non è quindi da intendersi come una protesta indirizzata al personale scolastico, bensì un vero e proprio atto politico antisistemico. Non siamo qui oggi per fare festa e comportarci come animali, ma per riprenderci il ruolo studentesco nel dibattito politico». «Il movimento studentesco - conclude il post, con riferimento alla crisi ucraina - è apertamente contrario a un sistema che taglia i fondi per l'istruzione e finanzia la guerra".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?