Sesto, arrestato piromane: aveva dato fuoco a due auto, un negozio e al dehor di un bar

A inchiodare il 54enne di Cinisello Balsamo, ora ai domiciliari, sono state le telecamere

Auto incendiate lungo la strada (foto di repertorio)

Auto incendiate lungo la strada (foto di repertorio)

Sesto San Giovanni (Milano), 22 marzo 2024 - Nella serata del 15 gennaio un piromane aveva dato fuoco a due autovetture, a un negozio e al dehor di un bar nelle vie Picardi e Giusti di Sesto San Giovanni. Ci sono voluti mesi di indagini, ma nelle scorse ore gli uomini del nucleo operativo della polizia locale di Sesto San Giovanni, coadiuvati dagli agenti della polizia locale di Cinisello Balsamo, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un uomo di 54 anni, cittadino cinesellese, già noto alle forze dell’ordine per altri episodi simili.

A inchiodare l’uomo, che ora si trova agli arresti domiciliari, è stato il sistema di videosorveglianza cittadina: le telecamere del quartiere Rondinella hanno infatti consentito di riprendere parzialmente le azioni del piromane e di individuare un suo secondo tentativo di appiccare il fuoco al dehor di un’attività commerciale in via Giusti. In quest’ultimo caso, l'intervento di alcuni residenti ha letteralmente salvato il negozio: gli abitanti e i passanti della zona avevano spento le fiamme, evitando così il peggio.

Sulle immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza gli agenti del comando sestese hanno svolto indagini certosine, che hanno permesso di identificare con certezza l’autore e deferirlo all’autorità giudiziaria. Grazie a una vera e propria analisi e attività ‘cold case’, le indagini della polizia locale, dirette dalla Procura della Repubblica di Monza, hanno permesso di ricostruire un percorso di reiterazione delle condotte incendiarie da parte della stessa persona. Gli operatori, gli scavando nel passato del 54enne, sono riusciti a ricostruire un vissuto relativo agli ultimi 7 anni, periodo nel quale sono state incendiate numerose autovetture nei vari Comuni dell'hinterland del Nord Milano.

La ricostruzione puntuale, guidata dalla Procura di Monza, alla luce di un quadro circostanziale, è stata accolta favorevolmente dal giudice delle indagini preliminari, che ha disposto la custodia cautelare dell'uomo in attesa dell'interrogatorio di garanzia.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro