MARIANNA VAZZANA
Cronaca

Milano, dopo i vandali in Galleria ecco gli “scalatori abusivi” sul Duomo: due francesi sulla guglia

Si tratta di due giovani di 18 e 20 anni e sono stati fermati e denunciati dalla polizia: non sembra esserci alcun rapporto con l'imbrattamento della Galleria

Dopo la Galleria presa di mira dai vandali, la guglia della Madonnina diventa bersaglio degli “scalatori” abusivi. Questa mattina alle 6.10 – ha segnalato su Facebook l'assessore alla Sicurezza Marco Granelli – degli agenti della Polizia Locale di Milano hanno visto due giovani di 18 e 20 anni arrampicati sulla guglia della Madonnina del Duomo e hanno dato l'allarme, posizionandosi attorno al Duomo.

Le immagini dei due giovani francesi alla scalata del Duomo di Milano
Le immagini dei due giovani francesi alla scalata del Duomo di Milano

Una volta scesi, i giovani sono stati identificati e fermati: si tratta di due climber francesi. Per riuscire nell’impresa potrebbero essere rimasti sul monumento, nascondendosi alla chiusura, ieri sera. Gli accertamenti su questo sono in corso da parte degli investigatori. Dopo prime verifiche non sembra esserci alcun rapporto con l'imbrattamento della Galleria.

Cosa rischiano i due francesi

I due francesi, che hanno documentato l’impresa con smartphone e macchine fotografiche, sono stati denunciati per invasione di terreni ed edifici (reato punito con una multa fino a 1.032 euro) in quando dalle prime analisi non sembra che abbiamo danneggiato il Duomo.

Nel frattempo è stata eseguita dalla polizia di Stato anche una bonifica anti-esplosivi (risultata negativa) Gli agenti dell'ufficio prevenzione generale, con i cinofili e gli artificieri, hanno voluto scongiurare ogni eventualità dopo il blitz dei due giovani che stamani si sono arrampicati sulla guglia maggiore della cattedrale.

Il precedente

Non è la prima volta che i climber affrontano il Duomo. A maggio 2022, un polacco di 33 anni è stato denunciato per aver scalato la guglia del duomo per scattarsi dei selfie. Anche lui era arrivato fino alla statua della Vergine, la “Madonnina”, uno dei simboli del capoluogo lombardo.

Il polacco aveva foto e filmati nel suo telefonino e non spiegò il suo gesto. Ad attenderlo, alla base delle impalcature c'era anche un amico, un irlandese di 32 anni.

Le critiche al Comune

“Nel giro di una settimana Milano è stata denigrata ben due volte, dall'atto vandalico in Galleria lunedì agli arrampicatori francesi di questa mattina in Duomo. Un'immagine devastante per la nostra città , il messaggio che passa è che chiunque può fare quello che vuole, impunito”. È questo il commento del consigliere comunale di Fratelli d’Italia Francesco Rocca che ha chiesto all’amministrazione comunale un maggiore presidio del centro.

Approfondisci:

Duomo scalato dai climber francesi, critiche da politica e social: “Altro che sicurezza”, “Milano è una giungla”

Duomo scalato dai climber francesi, critiche da politica e social: “Altro che sicurezza”, “Milano è una giungla”

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro