Sana alimentazione e niente sprechi. Duemila bambini con le mani in pasta

Scuole di Garbagnate promuovono educazione alimentare con laboratori e corsi di cucina per oltre 1.300 alunni delle primarie e 630 bambini dell'infanzia. Iniziativa del Comune in collaborazione con Sodexo Italia per educare alla sana alimentazione e combattere lo spreco.

Oltre 1.300 alunni delle scuole primarie impegnati in laboratori di educazione alimentare e corsi di cucina. Circa 630 bambini delle scuole dell’infanzia, invece, sono stati invitati a fare colazione a scuola, insieme ai loro compagni e alle maestre, tra marmellate, miele o pancake artigianali. Due gli obiettivi: educare a una sana alimentazione e lotta allo spreco. L’iniziativa, avviata lo scorso dicembre e che si concluderà con il mese di maggio, è stata realizzata dal Comune di Garbagnate in collaborazione con Sodexo Italia, azienda che gestisce il servizio di ristorazione scolastica in città. Progetti differenti a seconda dell’età degli alunni. "Attraverso i corsi di educazione alimentare, si educano le nuove generazioni all’alimentazione sana e sostenibile", dichiara l’assessora alle politiche educative, Simona Maria Travagliati. Gli alunni di terza elementare sono diventati veri e propri chef, hanno partecipato al laboratorio “Cuochi senza fuochi“ e cucinato cheesecake salate e dolci, un modo per conoscere e mangiare frutta e verdura. I compagni più grandi delle classi quinte invece hanno partecipato al laboratorio “Cucina il tuo pranzo“ e sotto la guida delle cuoche Sodexo Mariella e Anna hanno preparato un menù intero. Il laboratorio è stato anche l’occasione per parlare di rispetto delle materie prime e dello spreco alimentare. Le quarte delle primarie concluderanno il progetto con “Garbabake“, torta di pane tipica della tradizione e simbolo del riuso degli alimenti (il pane raffermo) in cucina. Roberta Rampini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro