San Siro, Sala non getta la spugna: spero ancora interessi a Milan e Inter

Nonostante l’acquisto da parte del club rossonero dei terreni a San Donato il primo cittadino milanese incalza: “Continuiamo a sentirci con le squadre”

Milano – San Siro resterà ancora la casa di Inter e Milan? Il sindaco di Milano Giuseppe Sala continua a sperarci. Anche ora che i rossoneri hanno acquistato i terreni a San Donato nella prospettiva di realizzare un nuovo impianto. “Continuiamo a sentirci con le squadre - ha ribadito Sala -. Certo non ho perso le speranze che San Siro rimanga di interesse per tutte e due le squadre”. 

Insomma, i giochi potrebbero non essere finiti, sebbene l’acquisto dei terreni necessari per la realizzazione dell'impianto, nell'area San Francesco, abbia segnato un altro passaggio del club rossonero che avverte l'urgenza di poter avere uno stadio di proprietà. L'acquisizione rientra nei 40 milioni di euro stanziati dal Milan per le spese relative al progetto e che includono la documentazione per la domanda di variazione urbanistica, l'acquisto appunto dei terreni e altri aspetti legali. 

Intanto il Comune di San Donato rispetta le fasi previste dal cronoprogramma finalizzato all'accordo di programma. A gennaio la giunta ha deliberato la percorribilità della proposta di variante urbanistica per l'Area San Francesco, nei giorni scorsi il sindaco, Francesco Squeri, ha informato i consiglieri degli sviluppi del progetto e mercoledì in Regione “si è svolta una nuova interlocuzione tecnico-operativa preliminare in materia di programmazione dedicata ad approfondire alcuni passaggi funzionali all'avvio dell'Accordo di Programma”, come si legge in un comunicato del Comune.  In programma anche il confronto con gli altri sindaci del Sud Milano che sono coinvolti nel progetto del nuovo stadio del Milan. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro