Minaccia di suicidarsi, salvata da una chiamata dagli Stati Uniti: gli agenti la afferrano prima che si lanci dalla finestra

Milano, la polizia salva una 38enne americana: l’allarme arrivato in Questura dagli Usa dopo che la donna aveva scritto ai familiari messaggi deliranti

L'intervento della polizia (Archivio)

L'intervento della polizia (Archivio)

Milano, 25 marzo 2024 – I messaggi deliranti alla famiglia negli Stati Uniti. La richiesta di aiuto alle autorità americane e la comunicazione immediata alla polizia italiana. L'intervento e il salvataggio. Così nella notte tra domenica e lunedì, gli agenti dell'Ufficio prevenzione generale della Questura sono riusciti a scongiurare il tentativo di suicidio di una 38enne statunitense, che voleva lanciarsi dalla finestra di un appartamento al primo piano di uno stabile in zona Isola, indirizzo di residenza del compagno.

La chiamata negli States

Stando a quanto ricostruito, la donna, con problemi psichiatrici, ha inviato alcuni messaggi ai familiari due giorni fa. Quegli sms hanno immediatamente allarmato i parenti della trentottenne, che, temendo che potesse farsi del male, hanno avvisato le autorità americane. La richiesta di aiuto è stata presa in carico dal Servizio per la cooperazione internazionale di polizia, la sezione del Dipartimento di pubblica sicurezza del Viminale che si occupa di favorire lo scambio informativo con le altre forze di polizia in ambito europeo e internazionale. L'allarme è stato inoltrato agli agenti della centrale operativa di via Fatebenefratelli, che a loro volta hanno allertato i colleghi delle Volanti.

L'intervento

I poliziotti sono entrati nell’appartamento in cui si trovava la donna e sono riusciti ad afferrarla prima che si lanciasse dalla finestra. La trentottenne è stata soccorsa dai sanitari di Areu e trasportata in codice verde in ospedale, dov'è stata sottoposta a un trattamento sanitario obbligatorio.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro