Milano, rapina con pistola a bordo dello scooter: preso ad automobilista orologio da 43mila euro

Protetti da casco integrale, in due hanno affiancato il conducente dell’auto costringendolo a consegnare il prezioso Audemars Piguet che aveva al polso

Indagini della polizia (foto di repertorio)
Indagini della polizia (foto di repertorio)

Milano – Lo scooter si è affiancato all'auto in via Bovisasca, a Milano. Il passeggero del motorino, col volto coperto da un casco integrale, ha tirato fuori una pistola, non si sa se vera o finta, e ha minacciato il conducente, un trentacinquenne di origine cinese, per farsi consegnare l'orologio che aveva al polso, un Audemars Piguet del valore di 43mila euro. Poi i due rapinatori si sono allontanati col bottino.

Il raid è andato in scena alle 20.30 di venerdì: il derubato non ha riportato ferite e non ha avuto bisogno di ricorrere a cure mediche. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Volante del commissariato Greco Turro, che hanno verbalizzato il racconto della vittima e avviato i primi accertamenti investigativi.

L'indagine partirà dall'analisi delle immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nella zona in cui è avvenuto il blitz armato e lungo il tragitto percorso in macchina dal trentacinquenne nei minuti precedenti: è probabile che, come spesso accade in questi casi, l'uomo sia stato "agganciato" in un altro punto della città e seguito fino al punto in cui è avvenuta l'aggressione.

Le modalità della rapina fanno pensare a una coppia di trasfertisti, che si muovono a bordo di motorini rubati o con targhe clonate e che girano per le strade della città a caccia di automobilisti con cronografi di pregio al polso.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro