Quotidiano Nazionale logo
25 gen 2022

"Pronto, compra azioni Diasorin" A giudizio presidente del San Matteo

Alessandro Venturi imputato di insider trading: sapendo della validazione a Pavia del test sierologico avrebbe invitato il collega dell’istituto Besta a investire in Borsa. Stessa accusa per l’ad dell’azienda

Giochi di Borsa sfruttando il successo del test sul virus. È insider trading l’accusa da cui dovranno difendersi davanti al tribunale l’amministratore delegato di Diasorin Carlo Rosa e il presidente del San Matteo di Pavia Alessandro Venturi, imputati per aver investito sul titolo della multinazionale farmaceutica per un guadagno complessivo di 5.500 euro grazie a informazioni privilegiate. Il gup Domenico Santoro li ha rinviati a giudizio accogliendo la richiesta del pm Stefano Civardi. Se ne riparlerà davanti alla prima sezione penale del tribunale a partire dal prossimo 14 aprile. "Non ho mai pensato di speculare sulla salute delle persone, è lontano dalla mia storia personale e dalla mia etica", ha dichiarato Venturi aggiungendo: "Non ho mai comprato né consigliato ad alcuno di comprare azioni Diasorin. Anzi, ho sempre raccomandato a tutti di stare attenti quando si trattano cose così delicate". Ma stando al capo di imputazione, Venturi, presidente dell’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico pavese, il 2 aprile del 2020, in piena pandemia, avrebbe comunicato via WhatsApp al collega Andrea Gambini, pure lui presidente ma di un altro istituto scientifico lombardo, il Besta di Milano, che era "pronto il sierologico di Diasorin" e che il test per rilevare la presenza di anticorpi nei pazienti positivi al Coronavirus era stato "validato oggi". Gambini il giorno dopo, secondo il capo di imputazione, comunicò, sempre con un messaggio, la notizia a Francesco Bombelli, consigliere dell’ospedale milanese: "Se vuoi fare l’investimento che ti ho detto entro le 17.30", "lunedì annuncio". I due, ipotizza il pm, acquistarono quindi azioni della multinazionale, rivendendole in seguito al rialzo del titolo registrato dopo il 7 aprile quando, a borse chiuse, la notizia “price sensitive“ venne comunicata al mercato. Bombelli e Gambini, si legge sempre nell’atto, "sfruttavano l’informazione" per comprare, il primo 150 azioni e il secondo 130, realizzando ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?