Studentessa americana violentata, il presidio “arrabbiato” in via Valtellina

Slogan, striscioni e fumogeni accesi fuori dal parcheggio dove la ragazza è stata aggredita dopo la notte in discoteca

Milano, 27 febbraio 2024 – Un “presidio arrabbiato” in via Valtellina con striscioni, slogan, fumogeni e megafoni contro la violenza maschile e gli abusi sessuali sulle donne. Decine di manifestanti aderenti ai collettivi studenteschi e all’associazione Non Una di Meno si sono dati appuntamento davanti al parcheggio dove nella notte tra venerdì e sabato è stata violentata una studentessa americana di 20 anni a Milano in Erasmus. Ad aggredirla uno studente 19enne, fermato da buttafuori e passanti, con cui aveva trascorso la serata in discoteca. Il ragazzo, arrestato dalla polizia, oggi è stato interrogato dal gip che ha convalidato il provvedimento, lasciandolo in carcere perché pericoloso socialmente. La sua versione, quella di un rapporto consenziente, non è stata ritenuta credibile. 

“Toccano un*, toccano tutt*”, questo il nome dato alla manifestazione che sarà replicata in largo Cairoli l’8 marzo, con corteo studentesco e sciopero contro la violenza maschile sulle donne e di genere.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro