Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
28 mag 2022

Pomeriggi Musicali, via alla protesta Stato di agitazione e incontro col dg

Assemblea al Teatro Dal Verme di orchestrali e impiegati: mobilitazione della Cgil e stop agli straordinari. Le richieste: "Sostituzioni, audizioni e concorsi". L’apertura del direttore Salerno: riunione a inizio giugno

28 mag 2022
nicola palma
Cronaca
La storica Fondazione Pomeriggi Musicali ha sede al Teatro Dal Verme
La storica Fondazione Pomeriggi Musicali ha sede al Teatro Dal Verme
La storica Fondazione Pomeriggi Musicali ha sede al Teatro Dal Verme
La storica Fondazione Pomeriggi Musicali ha sede al Teatro Dal Verme
La storica Fondazione Pomeriggi Musicali ha sede al Teatro Dal Verme
La storica Fondazione Pomeriggi Musicali ha sede al Teatro Dal Verme

di Nicola Palma

Acque agitate ai Pomeriggi Musicali. Giovedì pomeriggio, i delegati della Slc-Cgil, su mandato dell’assemblea dei lavoratori della Fondazione che gestisce il Teatro Dal Verme, hanno proclamato lo stato di agitazione di tutti i reparti e lo stop immediato delle prestazioni supplementari e straordinarie. Una mossa che ha portato a una reazione altrettanto rapida da parte del direttore generale e artistico Maurizio Salerno, che ieri sera ha inviato una lettera ai sindacalisti per organizzare al più presto un incontro e affrontare tutti i problemi sul tavolo.

Quali sono? Come messo nero su bianco in un comunicato della Cgil, che parla di decisione presa "all’unanimità", la prima questione riguarda le sostituzioni dei dipendenti assenti, "con contratti fino al rientro, per malattia o maternità". E ancora: i lavoratori, tra cui 37 professori d’orchestra e una decina di impiegati, hanno pure chiesto la convocazione delle audizioni "per costituire le graduatorie per le chiamate a termine eo sostituzioni eo aggiunti", nonché "l’immediato avvio delle procedure di concorso per coprire i posti vacanti in pianta organica appena ricevute le dimissioni eo la cessazione". Richieste che, secondo le Rsa Slc-Cgil della Fondazione, sarebbero state più volte sottoposte al dg senza ottenere risposte soddisfacenti. Da lì il via alla mobilitazione, seppur con una chiosa che ha lasciato aperta la porta del dialogo: "Rimaniamo disponibili al confronto e attendiamo di concordare un incontro sindacale, riservandoci in assenza di assumere ulteriori iniziative". Probabilmente non ci sarà bisogno di andare avanti con la protesta, visto che, come detto, già ieri sera Salerno ha proposto ai delegati una serie di date per calendarizzare la prima riunione, che potrebbe tenersi nella prima settimana di giugno.

La Fondazione Pomeriggi Musicali – costituita da Regione, Comune, Provincia e altri enti privati – è riconosciuta dallo Stato come istituzione concertistico-orchestrale e da Palazzo Lombardia come ente primario di produzione musicale. L’ensemble, che ha sede al Teatro Dal Verme, svolge gran parte della sua attività a Milano e nelle altre città lombarde, mentre in autunno contribuisce alle stagioni liriche dei teatri di Bergamo, Brescia, Como, Mantova e Pavia e alla stagione di balletto della Scala. "Come sempre – fa sapere il delegato Slc-Cgil Paolo Puglisi – abbiamo seguito le indicazioni dell’assemblea e proclamato lo stato di agitazione. Ben venga ora il confronto per affrontare e risolvere i problemi segnalati alla direzione".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?