Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 apr 2022

Plastica, reti e scarti: una discarica abusiva all’ingresso di Mind

Lo scempio a pochi passi dal Cargo 6, il consigliere Colombo: all’apertura del Village e delle fiere, è questo il biglietto da visita?

15 apr 2022

Rifiuti ingombranti, scarti di lavorazioni edili, reti di un letto, plastica e assi di legno, una vera discarica abusiva a cielo aperto a pochi pachi dal Cargo 6, l’ingresso di Mind. "È questo il nostro biglietto da visita? Auspichiamo che con l’arrivo delle manifestazioni fieristiche e dell’apertura del Mind Village questo degrado non ci sia più", dichiara Christian Colombo, consigliere comunale della Lega di Rho. Sono stati alcuni cittadini che lavorano nella zona industriale tra Mazzo di Rho e Milano a segnalare la discarica abusiva facilmente accessibile dalla superstrada Rho-Monza. La Lega ha fatto un sopralluogo, immortalato il degrado e presentato un’interrogazione scritta in Comune. "A pochi passi dal Cargo 6 -del distretto dell’innovazione di Mind, nei pressi della stazione di Rho Fiera, abbiamo trovato cumuli di rifiuti di ogni genere. La zona industriale è spesso in condizioni di degrado - spiega Colombo -. Meriterebbe un grande piano di riqualificazione, visto che via Risorgimento sarà la porta di ingresso a Rho per gli studenti, i ricercatori e i lavoratori di Mind".

La Lega che siede tra i banchi dell’opposizione ha chiesto che venga ripulita l’area, che venga sistemata la segnaletica verticale e la cartellonistica pubblicitaria, divelte dal forte vento. Ma non solo, "abbiamo chiesto se sono in programma eventi e iniziative per valorizzare Piazza Costellazione, costata ai rhodensi migliaia di euro ma che versa in uno stato di abbandono, nonostante le grandi promesse elettorali fatte soprattutto dalla precedente giunta Romano". Non si tratta della prima denuncia protocollata dal consigliere Colombo, "in 6 mesi di attività consiliare abbiamo portato all’attenzione della Giunta diverse discariche abusive come quelle di Lucernate, Biringhello, San Michele e Mazzo. Purtroppo l’attenzione e i controlli del Comune non sono sufficienti: servono fototrappole". Ro.Ramp.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?