Picchia la fidanzata: arrestato dalla polizia

Una ragazza di 18 anni ha trovato il coraggio di denunciare il fidanzato violento, dopo essere stata picchiata e minacciata. I dipendenti di un supermercato hanno dato l'allarme e la polizia ha arrestato il ventitreenne marocchino. La vittima è stata ricoverata per un trauma cranico.

La picchiava e la terrorizzava con le sue minacce, fiaccandone qualsiasi tentativo di denunciare i suoi soprusi. Alla fine, però, la ragazza ha trovato la forza di rivolgersi alle forze dell’ordine, facendo arrestare il fidanzato violento. I primi a dare l’allarme, martedì pomeriggio, sono stati i dipendenti del Carrefour di via Lorenteggio, che hanno visto lui, un ventitreenne marocchino, insultare e schiaffeggiare lei, una connazionale che ha compiuto 18 anni ad agosto. All’arrivo della polizia, i due si erano già allontanati. Poco dopo, è stata la vittima a chiamare il 112, dopo essersi rifugiata in un bar di via delle Forze Armate con una scusa. Lei è stata trasportata al San Carlo per un trauma cranico, con prognosi di 30 giorni; lui è finito in manette. Agli agenti, la diciottenne ha raccontato anche delle aggressioni subìte il 4 e il 15 dicembre.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro