FRANCESCA GRILLO
Cronaca

Opere d’arte nell’ex macello. Sorgato “battezza“ la galleria

A Trezzano sul Naviglio il progetto Quintoquarto per dare un’altra vita alle celle frigorifere .

Opere d’arte nell’ex macello. Sorgato “battezza“ la galleria

Opere d’arte nell’ex macello. Sorgato “battezza“ la galleria

Un’enorme cella frigorifera dove, anni fa, c’erano i pezzi di carne da mettere in vendita, appesi ai ganci dopo essere stati macellati nello stesso spazio, si trasforma in arte contemporanea e ricerca. L’ex macello di Trezzano, grazie al progetto d’avanguardia Quintoquarto, realizzato da Luca Zuccala da un’idea di Sofia Alberti, diventa un luogo dove riflettere attraverso opere, arte, installazioni e cultura. L’arte, all’interno di questo spazio rinnovato, si lega a qualcosa che solitamente è considerato uno scarto (il quintoquarto, appunto), che prende nuova vita. La prima mostra all’interno dell’ex macello si intitola "Cadavre exquis" dell’artista Chiara Sorgato, 38enne di Padova, visitabile fino al 22 ottobre. Le opere sono una riflessione tra vita e morte, essere e divenire. Il titolo della mostra, Cadavere squisito è un gioco di parole dei surrealisti, a cui si ispira l’artista. L’installazione centrale è l’inizio del percorso che si dipana poi in un sentiero con cinque dipinti. "Siamo entusiasti che a Trezzano nasca un progetto così ambizioso e d’avanguardia - commenta il sindaco Fabio Bottero - che interpreta anche la nostra visione della città futura: un territorio capace di rigenerarsi e ridare vita a spazi in disuso, per trasformarli in luoghi di crescita, incontro, cultura. Abbiamo tante eccellenze e mi rende orgoglioso chi compie la scelta di mettere a disposizione della collettività la propria creatività". Quintoquarto vuole partire da Trezzano per allargare poi gli orizzonti e raggiungere un pubblico più vasto possibile, esprimendo la capacità e la necessità di ridare vita a spazi in disuso, come le celle frigorifere dell’ex macello, creando arte accessibile e aperta a tutti. Inoltre, i creatori del progetto vogliono legare lo spazio anche al tema del lavoro, coinvolgendo la comunità e i giovani, per non perdere l’identità di quei luoghi. Arte e lavoro: negli spazi dell’ex macello il 14 ottobre è in programma il Recruiting Day a cura dell’agenzia per il lavoro Etjca. Nello stesso giorno, i ragazzi del Grupifh (gruppo di promozione di attività per persone con disabilità) allestiranno uno spettacolo teatrale.