Omicidio via Pisa. Un senza dimora il “secondo uomo“

Un agguato premeditato organizzato da un gruppo rivale per il controllo di una piazza di spaccio ha portato all'omicidio di Youssef Saadani e al ferimento di altre due persone. I carabinieri hanno fermato due marocchini, Jawad Kalla e Hamza H., accusati di concorso in omicidio volontario premeditato.

Omicidio via Pisa. Un senza dimora il “secondo uomo“

Omicidio via Pisa. Un senza dimora il “secondo uomo“

Si chiama Jawad Kalla il secon- do marocchino che è stato fermato dai carabinieri per l’omicidio di Youssef Saadani, il 27enne ucciso nell’agguato di via Pisa da un colpo di fucile che gli ha squarciato la gola. Nato in Marocco il 19 maggio 1991, irregolare e senza fissa dimora, fa parte della banda che la sera del 23 ottobre ha assalito il gruppo rivale di connazionali per il controllo delle piazze della droga. L’uomo è stato rintracciato dai carabinieri in via Ravenna a Milano, sorpreso proprio mentre stava spacciando. Kalla è stato infatti arrestato anche per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, perché aveva con sé 9,5 grammi di cocaina. Ieri a Milano la convalida del fermo. Il 32enne è ritenuto uno dei partecipanti all’omicidio di Youssef e al ferimento di altre due persone (uno era stato colpito da un proiettile a una mano e l’altro era stato picchiato brutalmente con una mazza da baseball). Il primo indagato era stato rintracciato dai militari il giorno dopo l’agguato: Hamza H., marocchino di 32 anni, era stato fermato a Pero. Oltre alla coppia, c’è anche un terzo uomo che è stato individuato e indagato: anche in questo caso il complice è un marocchino, che però risulta ancora latitante. Le accuse per tutti e tre sono di concorso in omicidio volontario premeditato e tentato omicidio. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Hamza H. lascia ormai pochi dubbi rispetto a quanto accaduto quella sera in via Pisa. "Un agguato premeditato – si legge – organizzato da un gruppo rivale per il controllo di una piazza di spaccio a Cologno Monzese, in fase espansiva, con l’aggiunta all’hashish della cocaina, di cui una partita acquistata non era stata pagata". La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro