Omicidio a Rozzano, ucciso dal coinquilino a colpi di cacciavite dentro un’officina: arrestato 48enne

La vittima è Aissam Fardou, un 32enne colpito a Fizzonasco, Pieve Emanuele, dopo una lite forse per soldi. Poi è stato portato nell’appartamento di Rozzano che condivideva con l’aggressore

I carabinieri sul luogo del delitto

I carabinieri sul luogo del delitto

Pieve Emanuele (Milano), 18 gennaio 2024 – Omicidio a Pieve Emanuele, nel Milanese: Aissam Fardou, 32enne nato in Marocco, è morto dopo essere stato preso a colpi di cacciavite da S.S. un uomo con cui condivideva un appartamento, un 48enne.

Stando alle prime informazioni, i due erano a Fizzonasco, in via Marino 19, all’interno di un’officina il cui titolare è un uomo di origine sudamericana (e che non risulta coinvolto nel ferimento mortale) dove sarebbe nata una discussione presumibilmente per soldi, poi degenerata. Non è chiaro cosa ci facessero lì dentro, fatto sta che a un certo punto uno dei due ha colpito Fardoucon due colpi di cacciavite ferendolo gravemente alla schiena. Poi, secondo gli inquirenti, lo avrebbe trasportato nella casa che condividono, in via Pavese 62 a Rozzano, e quindi avrebbe chiesto aiuto ai titolari della pizzeria sottostante dicendo che c’era un uomo che non si sentiva bene.

Immediata la chiamata ai soccorsi, ma inutile il trasporto all’ospedale Humanitas, dove l’uomo è arrivato in codice rosso, ossia in condizioni già gravissime, ed è poi deceduto.  L'assassino era presente sul posto all'arrivo dei soccorsi ed è stato arrestato per omicidio. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Corsico, che dovranno chiarire l’esatta dinamica e le cause. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro