L’Old Fashion chiude alla Triennale, il 20 gennaio 2024 la festa d’addio: “Abbiamo fatto la storia, riapriremo”

Milano, dopo oltre 90 anni il locale dice addio al Parco Sempione. Il gestore Roberto Cominardi: “Nessuna polemica, solo tristezza per un lavoro portato avanti per trent’anni”

Jimi Hendrix sul palco della discoteca Trianon, oggi Old Fashion, nel 1968. A destra, una serata estiva nel giardino del locale

Jimi Hendrix sul palco della discoteca Trianon, oggi Old Fashion, nel 1968. A destra, una serata estiva nel giardino del locale

Milano – La data è mercoledì 31 gennaio 2024. Dal giorno dopo, i locali del Palazzo dell’Arte in Triennale che ospitano la discoteca Old Fashion, storico tempio del divertimento notturno milanese, dovranno essere liberi. L’ultima serata, con una grande festa d’addio, sarà mercoledì 20 gennaio. 

Sferaebbasta all'Old Fashion
Sferaebbasta all'Old Fashion

“Non chiudiamo”

La storia dell’Old Fashion all’interno della Triennale è quindi alla fine. La sala da ballo nel Palazzo dell’Arte attigua al museo del Design diventerà altro. “Ma finisce solo la storia dell’Old Fashion dentro la Triennale – dice Roberto Cominardi, gestore del locale insieme al fratello dal 1992 – La discoteca non morirà, riaprirà in un’altra sede, che stiamo già valutando”.

Damiano David dei Maneskin all'Old Fashion
Damiano David dei Maneskin all'Old Fashion

Jimi Hendrix e i vip

L’Old Fashion è, in pratica, uno degli ultimi locali notturni storici di Milano rimasti nella loro sede originaria. Aperto nel 1932 con il nome Trianon (lo stesso di molti locali sparsi per Italia, preso in prestito dalla villa di Versailles fatta costruire da Luigi XIV), dalla sua grande sala e dal suo giardino affacciato sul Parco Sempione sono passati tutti i grandi nomi della musica, dello spettacolo dello sport. Da Leonardo DiCaprioJustin Bieber, da George Clooney a Ronaldo. Data storica per il locale è il 23 giugno del 1968 quando sul piccolo palco di quello che due anni prima era stato ribattezzato Piper Club salì un monumento della musica come Jimi Hendrix.

Blanco all'Old Fashion
Blanco all'Old Fashion

Coltellate nei giardini

Negli ultimi anni la discoteca della Triennale – in realtà, i suoi spazi esterni – è stata però sotto i riflettori per motivi di cronaca, più che per la musica e il divertimento. Nel luglio del 2018 nei giardinetti di fronte all’entrata di via Camoens Niccolò Bettarini, figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, venne colpito con numerose coltellate, e nell’ottobre del 2019 una ragazza denunciò di essere stata violentata proprio davanti al locale. Episodi che portarono alla chiusura temporanea disposta dal questore per motivi di sicurezza. 

Justin Bieber all'Old Fashion
Justin Bieber all'Old Fashion

Contratto scaduto

“La sicurezza però non c’entra con la chiusura in Triennale – sottolinea ancora Cominardi – Del resto, gli episodi di criminalità che si sono registrati fuori dalla discoteca sono gli stessi di cui sentiamo parlare tutti i giorni in tante zone della città. Semplicemente il contratto d’affitto era scaduto e Triennale ha deciso di non rinnovarlo perché per quegli spazi ha altri progetti. I rapporti con loro sono sempre stati cordiali e trasparenti”.

Simbolo della città

“Da parte nostra – sottolinea ancora il gestore – non ci sono rabbia, rimpianto o frustrazione. Per noi si apre solo una nuova fase, che speriamo sia ancora di successo, com’è stata quella di questi anni. Personalmente posso dire che c’è un po’ di tristezza, avendo speso in questo locale trent’anni della mia vita. Quando prendemmo il locale era in pratica una balera. Ora è un posto conosciuto in tutto il mondo, frequentato da personaggi famosi, turisti e tanti giovani. Un locale che è un simbolo della vita notturna di Milano”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro