Milano, in arrivo nuovi autovelox in Enrico Fermi e a Famagosta. Telecamere su altri otto semafori

Polemica tra l’assessore Granelli e il ministro Salvini. Nel 2022 Il Comune ha incassato 150 milioni con le multe stradali

Il viale Fulvio Testi

Il viale Fulvio Testi

Milano, 17 luglio 2023 – In arrivo a Milano nuovi autovelox e sistemi di rilevazione della velocità ai semafori.

Entro la fine 2023, altri due autovelox fissi saranno funzionanti su viale Enrico Fermi in direzione centro, e su viale Famagosta in direzione piazzale Miani.

Le telecamere sui semafori, invece, saranno installate tra viale Stelvio-via Valtellina; viale Fulvio Testi-via Ponale; piazza Napoli-viale Troya; viale Zara-via Sauro; viale Scarampo-via Vigliani; viale Certosa-piazza Ai Laghi; viale Serra-viale De Gasperi;  viale Fulvio Testi-via Santa Monica.

Gli autovelox in funzione a Milano

  • Viale Famagosta: nel tratto via Cusi/via Beldiletto, velocità massima consentita 50 Km/h.
  • Via dei Missaglia: dopo via de Andrè all’altezza di via Nicola Romeo, velocità massima consentita 50 Km/h.
  • Via della Chiesa Rossa, poco prima del numero civico 277, velocità massima consentita 50 Km/h.
  • Via Palmanova: posizionato all’altezza della stazione metropolitana “Cimiano”, velocità massima consentita 70 Km/h.
  • Viale Fermi: posizionato dopo il ponte ferroviario all’altezza di via Zubiani/via Moreschi, velocità massima consentita 70 Km/h.
  • Via Parri: posizionato all’altezza della strada che porta in via Valsesia, velocità massima consentita 70 Km/h.
  • Cavalcavia del Ghisallo: in corrispondenza della sottostante viale Certosa, velocità massima consentita 70 Km/h.
  • Via Virgilio Ferrari, entrambi i sensi di marcia, con limite a 70 km/h.
  • Viale Fulvio Testi, uno per ciascuna delle due direzioni centro e periferia, limite 50 km/h.
  • Via dei Missaglia, entrambi i sensi di marcia, limite di 50 km/h.
  • Via Parri, entrambi i sensi di marcia, limite 70 km/h.

Postazioni mobili a Milano

  • Via Aldo Moro
  • Via Bazzi
  • Viale Certosa
  • Viale De Gasperi
  • Viale Olivieri
  • Viale Caprilli

Nel 2022 a Milano 2.930.000 sanzioni

A Milano, ricorda, Marco Granelli, assessore alla Sicurezza e Protezione Civile del Comune "stiamo cercando di farlo: nel 2022 abbiamo elevato 2.930.000 sanzioni, 800.000 in più del 2021, il 40% in più. Ma non basta. Nel 2022 abbiamo sanzionato con le telecamere agli incroci 8.500 veicoli che sono passati con il rosso. E a breve partiranno i cantieri per mettere altre telecamere in nuovi 12 incroci. Istat dice che le principali cause degli incidenti sono la distrazione, la mancanza di precedenza e la velocità. Gli autovelox a Milano nel 2022 hanno dato 320.000 sanzioni, più del 2021, e a breve inizieranno i cantieri per 3 nuovi autovelox, e poi altri 8. La Polizia Locale fa anche controlli con gli autovelox mobili: nel 2022 quasi 8.000 sanzioni, tre volte tanto quelle del 2021".

La polemica con Salvini

"Ma non basta - aggiunge l'assessore Granelli – l’incidente in Fulvio Testi lo dimostra. Eppure per mettere un nuovo autovelox i Comuni devono chiedere una marea di permessi, scrivere decine e decine di pagine di motivazione; è più di un anno che stiamo lavorando per avere i nuovi permessi per nuovi autovelox. E il Ministro Salvini dice che metterà ancora più vincoli per i Comuni che mettono autovelox e telecamere. Il Decreto in bozza sugli autovelox ha più di 150 pagine".

Sala: non è un modo di fare cassa

“Stiamo vedendo quello che si può fare, in alcuni casi gli autovelox sono utili. Capisco benissimo che in molti pensino che sia anche un modo per fare cassa, però su alcune strade ad alta viabilità la velocità spesso non viene rispettata. Credo che in alcuni casi possano essere utili", così il sindaco di Milano Giuseppe Sala, parlando dell'ipotesi di nuovi autovelox in città.