Nomine sanità Lombardia: Matteo Stocco verso il Policlinico, Zoli al Niguarda, Lombardo all’Areu

Un accordo di massima tra l’assessore Guido Bertolaso e i partiti è stato raggiunto ieri al Pirellone. Oggi dovrebbero essere sciolti gli ultimi nodi: convocata una seduta di Giunta nella prima serata

Matteo Stocco e Alberto Zoli

Matteo Stocco e Alberto Zoli

Milano, 21 dicembre 2023 – Quello che segue è l’elenco dei nuovi direttori generali della sanità lombarda così come uscito dall’incontro tenutosi ieri al Pirellone tra i segretari regionali e i capidelegazione dei partiti che governano la Regione. Un incontro positivo. Ma potrebbe non essere l’ultimo. I contatti dentro i partiti e tra i partiti proseguiranno oggi: alle 20 è convocata una seduta urgente della Giunta regionale.

Tradotto: l’elenco che segue non può ancora essere considerato come definitivo ma dovrebbe avvicinarsi alla versione definitiva. In cima all’elenco c’è l’Areu , l’Agenzia Regionale Emergenza Urgenza: come anticipato, non sarà più Alberto Zoli a dirigerla, come accadeva ormai dal 2008, e, salvo ripensamenti dell’ultima ora, a succedergli sarà Massimo Lombardo, oggi direttore generale degli Spedali Civili di Brescia, stimato dall’assessore regionale al Welfare, Guido Bertolaso. Quindi le Agenzie di Tutela della Salute (Ats). Alla guida dell’ Ats Città Metropolitana sarà riconfermato Walter Bergamaschi, uomo vicino alla leghista Giulia Martinelli, a capo della segreteria politica del governatore Attilio Fontana. All’ Ats Insubria dovrebbe arrivare Salvatore Gioia, finora direttore generale dell’Asst di Lodi, quota Lega. All’ Ats Brianza è in arrivo Mauro Moreno, finora direttore sanitario dell’ospedale Niguarda, che prende il posto di Carmelo Scarcella, che andrà in pensione. Quindi tre conferme: l’ Ats Bergamo continuerà ad avere come direttore generale Massimo Giupponi, l’ Ats Brescia Claudio Vito Sileo, mentre l’ Ats Pavia sarà guidata ancora da Lorella Cecconami. A chiudere l’ Ats Val Padana , dove Salvatore Mannino, dopo due mandati dovrà cedere il passo ad Alessandro Cominelli, vicino a Fratelli d’Italia, già all’Asst di Crema, e l’ Ats Montagna , che sarà affidata Vincenzo Petronella, ora direttore amministrativo all’Istituto Nazionale dei Tumori, in quota Bertolaso. Avanti con le aziende ospedaliere. Per quanto riguarda quelle di Milano e Bergamo, il confronto sarà aperto fino all’ultimo. Per quanto riguarda l’ Asst Niguarda sembra confermato lo scenario che sia Alberto Zoli ad essere nominato direttore generale, almeno per l’anno abbondante che lo separa dalla pensione, con successivo subentro di Mario Melazzini, ciellino doc, che deve attendere il 2025 per superare l’incompatibilità dovuta all’incarico precedentemente ricoperto nel Gruppo Maugeri. Più modeste ma non tramontate del tutto le possibilità di riconferma di Marco Bosio, vicino a Forza Italia. Certa, invece, la nomina di Simona Giroldi, ex direttrice generale del Policlinico, all’ Asst Santi Paolo e Carlo , in quota FdI, così come la riconferma di Maria Grazia Colombo all’ Asst Fatebenefratelli Sacco , che da commissario diventerà direttrice generale. La direzione generale dell’ Asst Gaetano Pini Cto andrà in scadenza ad aprile 2024, resta salda Paola Lattuada, vicina alla Lega. Per l’ Asst Ovest Milano si fa il nome di Giovanni Guizzetti, mentre per l’ Asst Rhodense Germano Pellegatta semb ra destinato a lasciare in favore di Bosio, nel caso, probabile, in cui non dovesse riuscirgli la riconferma al Niguarda. Confermato all’ Asst Nord Milano , in quota FdI, Tommaso Russo, mentre all’ Asst Lodi è in pole Guido Grignaffini, ora direttore sociosanitario all’Asst Brianza. Confermato Giuseppe Michele all’ Asst Sette Laghi : ora è commissario, diventerà direttore generale. All ’Asst Valle Olona ecco Daniela Bianchi, ex direttrice amminstrativa al San Paolo con Stocco. All’ Asst Lariana la spunta un uomo vicino ai centristi di Noi Moderati: Carlo Alberto Tersalvi. Luca Stucchi (FdI), finora ad Imperia, sarà direttore generale all ’Asst di Lecco , mentre Marco Trivelli sarà riconfermato all’ Asst Brianza almeno fino a febbraio 2024, quando scadrà il suo mandato. La Lega dovrebbe riuscire nell’intento di piazzare alla guida dell’ Asst Papa Giovanni Bergamo , Francesco Locati, ora dg all’ Asst Bergamo Est , dove arriverà, salvo ripensamenti, Marco Passaretta, mentre all’ Asst Bergamo Ovest arriverà Giovanni Palazzo (Forza Italia). All’ Asst Spedali Civili Brescia ecco Luigi Cajazzo, che lascia la guida dell’Asst Franciacorta ad Alessandra Bruschi. All’ Asst Garda dovrebbe arrivare Roberta Chiesa. Quindi la grande partita degli Istituto di Ricovero Cura a Carattere Scientifico (IRCCS): la novirà è la nomina di Matteo Stocco all ’Ircss Policlinico di Milano , mentre negli altri quattro Irccs sono riconfermati gli attuali vertici. L’ultima nota è per l’ Agenzia dei Controlli (ACSS) dove è testa a testa tra Alberto Russo, direttore amministrativo del Niguarda, e lo stesso Giovanni Palazzo, già indicato per l’Asst Bergamo Ovest.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro