Musella torna a candidarsi: "Scelta d’amore per Assago"

Il coordinatore provinciale di Forza Italia è stato sindaco per 28 anni, fino al ’18 "La nostra visione di città più a misura d’uomo non è stata ancora completata".

"Una scelta d’amore nei confronti della nostra bella Assago". Così Graziano Musella ha sciolto la riserva e annunciato la sua candidatura a sindaco in una sala gremita di cittadini e di rappresentanti delle forze politiche della coalizione di centro destra, per l’occasione allargata ad Azione. "Senza nulla togliere al buon lavoro svolto dall’Amministrazione uscente a causa del Covid, della crisi e dei conflitti scoppiati a pochi chilometri dai nostri confini, la nostra visione di città, per una Assago ancor più a misura d’uomo, non è stata ancora completata e vorremmo ultimarla nel prossimo futuro. I prossimi anni saranno impegnativi: sarà necessaria la massima competenza amministrativa ma anche poter disporre di una serie di relazioni fra il nostro Comune e gli enti superiori, senza le quali sarà difficile risolvere i futuri problemi che si prospettano". Competenze che non mancano a Graziano Musella, coordinatore provinciale di Forza Italia, che ha ricoperto il ruolo di presidente del Consiglio comunale per 5 anni e di sindaco di Assago per 28: dal 1985 al 2004 e dal 2009 al 2018, anno in cui è stato eletto come rappresentante della Camera dei deputati.

Qual è la visione di città che propone il centrodestra?

"Abbiamo un punto fermo: la centralità del cittadino rispetto ai servizi offerti che nei prossimi anni dovranno continuare a essere mantenuti e dove si può rafforzati. In questa logica garantiremo l’assistenza e il sostegno alle famiglie".

Come?

"Lasciando a zero l’addizionale comunale dell’Irpef, aiutando le giovani mamme con il bonus bebè, azzerando il costo dei libri scolastici, rimborsando una quota del costo del biglietto Atm, mantenendo estremamente basse le tariffe dei servizi. Ci sono poi alcune grandi opere che sono già state progettate, affidate e devono solo essere completate".

Un esempio?

"Il centro giovani, la caserma della guardia di finanza, l’auditorium, la nuova piazza “largo caduti di Nassiriya“ con l’istituzione di una zona a traffico limitato, che permetterà solo ai residenti, di raggiungere velocemente i nuovi quartieri di Assago una volta usciti dalla tangenziale e il nuovo ponte ciclopedonale che collega Valleambrosia all’area dei servizi e del commercio al confine con Milano. Un ruolo importante avrà lo sport: ad Assago si svolgeranno alcune gare delle olimpiadi invernali ‘Cortina ’26’".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro