Milano traina la lettura e donazioni. Oltre 14.300 libri a mille scuole

Record di generosità per potenziare le biblioteche, che avrebbero meno tre euro ad alunno per l’acquisto di volumi

Milano traina la lettura e donazioni. Oltre 14.300 libri a mille scuole
Milano traina la lettura e donazioni. Oltre 14.300 libri a mille scuole

Milano è la città che traina la lettura (con 167,241 milioni di euro spesi nel 2022 per l’acquisto di libri), Milano è pure la città più generosa d’Italia con 14.376 libri donati alle scuole quest’anno, che diventano 28.132 se si allarga il raggio e si guarda all’hinterland. A stilare un bilancio è l’Aie, Associazione Italiana Editori, a chiusura della prima fase dell’iniziativa #Ioleggoperché, che ha coinvolto i cittadini e anche 1.166 scuole milanesi (nidi compresi) delle 25.394 attivate in tutto il Paese. La palla adesso passa agli editori, che in primavera aggiungeranno altri 100.000 volumi da destinare alle biblioteche scolastiche di tutta Italia. Si è partiti da una fotografia: nel 2023 sono aumentati gli studenti che frequentano le biblioteche scolastiche (41%) a livello nazionale, ma il patrimonio librario non sempre è adeguato. Le scuole aderenti al progetto #ioleggoperché - che hanno partecipato alla rilevazione dell’Aie - ogni anno hanno risorse per comprare mediamente un solo libro ogni quattro studenti, spendono circa 12,1 euro a volume e 623 euro l’anno, ovvero meno di tre euro ad alunno (2,98). Da otto anni si sta cercando di fare nascere biblioteche scolastiche laddove scarseggiano ancora e di potenziare quelle esistenti con l’iniziativa di Aie, sostenuta anche dai Ministeri della Cultura e dell’Istruzione e dalle associazioni di categoria. Che quest’anno festeggiano un record: sono stati donati in tutto 582.749 libri (482.749 dai cittadini e 100.000 dagli editori), nelle scuole lombarde ne sono arrivati 95mila. Il 46,2% è stato destinato alle primarie, il 32,4% alle scuole dell’infanzia, il 17,9 alle medie e un 2,7% anche alle superiori.

Il libro più donato in assoluto è un grande classico: Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry, seguito da Il ladro di foglie di Alice Hemming e da Il meraviglioso Mago di Oz di L. Frank Baum. Nella top5 anche La fabbrica di cioccolato, La pace è... di Geronimo Stilton e Le avventure di Pinocchio.

"È stato raggiunto un risultato davvero eccezionale – commenta il presidente di Aie, Innocenzo Cipolletta –. Sfiorare i 600mila libri in una sola edizione e tre milioni di libri nuovi in otto anni è la conferma che le scuole italiane hanno sempre più necessità di libri e, edizione dopo edizione, contribuiamo a rispondere a questo bisogno che va di pari passo con il nostro obiettivo di creare nuovi lettori. Lo facciamo con una grande squadra, composta dagli editori e dalla filiera del libro, certamente, ma anche dalle Istituzioni, dai media e ovviamente dalle scuole e dai cittadini tutti. Insieme stiamo cercando di cambiare le cose". Per il secondo anno entrano in gioco anche 330 asili nido grazie al progetto pilota #ioleggoperchéLab-Nidi, realizzato da Aie in tandem con Fondazione Cariplo, nei territori fragili della Regione Lombardia e delle province piemontesi di Novara e Verbano-Cusio-Ossola: sono arrivati 3.853 libri nuovi nelle biblioteche dei nidi (quasi il doppio rispetto al primo anno di sperimentazione), che si sommano ai 3.300 donati da Aie e Fondazione Cariplo per lo sviluppo di progetti di lettura tra i più piccoli.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro