Quotidiano Nazionale logo
22 feb 2022

Malati psichici, pregiudicati, abusivi: "Via Ricciarelli è una polveriera"

Degrado visibile a ogni ora del giorno con rifiuti per strada, case Aler a pezzi. L’ultima grana? La moschea illegale

diannamaria lazzari
Cronaca

di Annamaria Lazzari Una nuova moschea abusiva in via Ricciarelli? Secondo la versione concorde di residenti che vivono nella "casbah" e dei pochi commercianti italiani rimasti si nasconderebbe dietro le vetrine oscurate che si affacciano sulla strada all’altezza del civico 18. "Dovrebbe accogliere bambini che studiano il Corano ma noi vediamo entrare uomini adulti per pregare", dicono. L’ultima novità non cancella problemi annosi, una materia esplosiva impastata di abusivismo, disagio sociale e degrado. Quest’ultimo è ben visibile ad ogni ora del giorno. I marciapiedi, soprattutto nel tratto fra via Caccialepori e viale Aretusa, sono regno di rifiuti ingombranti. Nei cortili delle case popolari i sacchetti di immondizia formano montagne, nonostante l’avviso dell’Aler contro l’abbandono. "È così ogni giorno, colpa degli abusivi rom che occupano la maggior parte degli appartamenti", bisbiglia una donna dietro al suo balcone del palazzo al civico 22. Abita di fronte alla Scala C, finita sotto i riflettori nel maggio 2019, dopo l’orrenda tragedia accorsa a Mehmed Hrustic, il bimbo rom di due anni ucciso a botte dal padre come ultimo atto di una notte di sevizie. "L’episodio più straziante capitato in questa via – commenta un edicolante della zona – ma con l’assalto delle telecamere c’è stata un po’ di visibilità sui nostri problemi e abbiamo visto più pattuglie. Certa gente però della legge se ne frega: ho visto coi miei occhi strappare i verbali di fronte agli agenti come atto di sfida". Fra le criticità annose il degrado estetico degli alloggi Aler (con facciate che cadono letteralmente a pezzi) e quello che un commerciante definisce "mix abitativo esplosivo. Un vigile mi ha riferito che qui c’è la più alta concentrazione a Milano di malati psichici, a cui si aggiungono pregiudicati, immigrati maghrebini, rom: è facile che scoppi la scintilla…". Il civico 43 è un altro ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?