Mac Mahon, calci e sassi contro 18 veicoli posteggiati. L’allarme dei residenti fa scattare il blitz della polizia

Due uomini egiziani sono stati arrestati dopo aver danneggiato 18 veicoli parcheggiati in strada. Non hanno fornito spiegazioni per il loro gesto vandalico. Saranno processati per danneggiamento aggravato.

Hanno preso a calci e colpi di pietra diciotto veicoli parcheggiati per strada. Il rumore nel cuore della notte ha svegliato alcuni residenti, che hanno chiamato la polizia e permesso agli agenti di identificarli e arrestarli. I due, entrambi di origine egiziana, non hanno dato particolari spiegazioni per il gesto vandalico ripetuto per tante volte in pochi minuti. È accaduto la scorsa notte in via MacMahon, dove un ventenne e un ventiduenne, già noti alle forze dell’ordine per alcuni precedenti, sono stati bloccati dopo aver danneggiato quindici auto e tre scooter, rompendo specchietti retrovisori, finestrini e prendendo a calci e a sassate le carrozzerie. Gli autori dei raid sono stati ammanettati con l’accusa di danneggiamento aggravato, in vista del giudizio per direttissima.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro