DAVIDE FALCO
Cronaca

Morto Rino Cronalba, l’ultimo partigiano: Novate saluta “Romeo”

Si è spento a 99 anni. Lavorava all’Alfa e faceva la staffetta: portava documenti e messaggi ai compagni a Rogoredo e Sesto San Giovanni

Tino Cronalba si è spento a 99 anni. Lavorava all’Alfa e faceva la staffetta: portava documenti e messaggi ai compagni a Rogoredo e Sesto San Giovanni.

Tino Cronalba si è spento a 99 anni. Lavorava all’Alfa e faceva la staffetta: portava documenti e messaggi ai compagni a Rogoredo e Sesto San Giovanni.

Novate (Milano) – Addio al partigiano “Romeo“. Nato ad Agnadello in provincia di Cremona nel 1925, Tino Cronalba si è spento martedì all’ospedale Sacco dove era ricoverato da circa tre settimane. Con i suoi 99 anni era l’ultimo partigiano di Novate Milanese. Nato da una famiglia contadina, si trasferì a Novate all’età di 10 anni e poco dopo iniziò a lavorare all’Alfa Romeo Portello. Successivamente entrò nella cellula clandestina del suo reparto, assumendo il nome di battaglia “Romeo“. Il suo ruolo era quello della staffetta: portava documenti e messaggi a Rogoredo, a Sesto San Giovanni e in altri luoghi della Resistenza, contribuendo a garantire il necessario flusso di informazioni alla diffusa rete clandestina milanese.

ll 25 aprile 1945 si impegnò nel presidio per la difesa dell’Alfa Romeo, uno dei più importanti stabilimenti industriali di Milano e dell’Italia. Nel dopoguerra ha continuato la sua militanza nella commissione interna dell’Alfa Romeo e nel Pci. Ha costituito un punto di riferimento per la sezione Anpi di Novate Milanese, nella quale ha partecipato a tantissime iniziative. Solo poche settimane fa gli è stata consegnata la tessera ad honorem 2024 dell’Anpi. "Noi abbiamo avuto la fortuna di conoscere il partigiano Romeo per quello che ha fatto durante la lotta di liberazione, assieme a migliaia di altri partigiani per darci la libertà, e anche il suo lato umano, la sua gentilezza, la sua determinazione e il suo impegno politico. Con grande dedizione e amorevole continuità si è dedicato per anni alla cura di sua moglie, trovando anche momenti sereni da trascorrere con il suo nipotino. Lo ricordiamo, fino a pochi giorni fa, con la sua fedele bicicletta nel giro quotidiano per recarsi a far visita agli amici e andare in biblioteca a leggere i giornali", commentano dalla sezione Anpi novatese.

In assenza di funerali, religiosi o civili, domenica mattina alle 11 al Circolo Sempre Avanti di via Bertola sarà organizzata una commemorazione da parte dell’Anpi di Novate. "Ci mancherai caro Tino, sei stato un faro per tutti gli antifascisti. Con te se ne va una parte bella della nostra comunità", commenta la sindaca di Novate Daniela Maldini. Sono tanti i messaggi di cordoglio, di ringraziamento e di dispiacere, pubblicati sui social, nelle pagine dedicate a Novate. Nel 2021 aveva ricevuto anche una targa dall’Anpi di Novate, come ringraziamento per il suo impegno durante la Resistenza.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro