Ludopatia, Rho modello di “buone pratiche“

Il Comune di Rho presenta le sue buone pratiche contro il gioco d'azzardo alla Regione Lombardia. Dati preoccupanti confermano l'emergenza, con perdite annue di 13 miliardi di euro. L'assessore Violante sottolinea l'importanza del coinvolgimento della comunità e propone incentivi per i commercianti che rinunciano alle slot machine.

Ludopatia, Rho modello di “buone pratiche“

Paola Pollini, Nicola Violante Angela Fioroni e Michela Palestra

Le buone pratiche del Comune di Rho per contrastare il gioco d’azzardo arrivano in Regione. Su invito della consigliera regionale Michela Palestra, la commissione legalità di Regione Lombardia presieduta da Paola Pollini ha ascoltato l’assessore alla legalità Nicola Violante e Angela Fioroni, esponente della campagna ‘Mettiamoci in gioco’, da anni impegnati in questa direzione. I dati resi noti da Fioroni sono la conferma che il gioco d’azzardo rappresenta una vera emergenza. "In Lombardia nel periodo 2017-2019 si giocavano circa 14,5 miliardi di euro, poi l’Agenzia dei monopoli non ha più pubblicato i dati. I soldi persi sono pari a oltre 3 miliardi per il gioco fisico e a oltre 10 miliardi online. Questo significa che i lombardi perdono 13 miliardi l’anno, sottratti all’economia reale. Il gioco produce una dipendenza molto diffusa, le persone coinvolte non ne sono consapevoli, pensano che prima o poi i soldi spesi verranno compensati da una vincita".

L’assessore Violante invece ha ricordato l’impegno del Comune. "Non abbiamo la bacchetta magica, ma non possiamo stare a guardare – spiega l’assessore rhodense –. Abbiamo avviato un tavolo permanente, che unisce realtà educative, scuole, parrocchie, associazioni, forze dell’ordine, commercianti, terzo settore e sindacati. Il 20 maggio 2023 è stato firmato il Patto di comunità, sottoscritto da oltre 60 firmatari, tra cui Ats Milano e Asst Rhodense. Abbiamo fatto incontri di formazione per insegnanti, genitori, alunni delle scuole elementari e medie. Vorremmo portare questa esperienza anche in altre realtà della Città metropolitana, per poter lavorare insieme e aumentare le alleanze. Infine nel Regolamento approvato nel 2023 abbiamo inserito il concetto di premialità per i commercianti che decidono di rinunciare a slot machine e videolottery: chiediamo a Regione Lombardia di prendere in considerazione la possibilità di conferire risorse con questo obiettivo". Ro.Ramp.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro