ROBERTA RAMPINI
Cronaca

Lavori al torrente Bozzente Altri 5 milioni dal Pnrr

Il finanziamento per sistemare le tombinature vecchie e degradate. Progetto “Rho la città che cambia“: ora il totale dei fondi sale da 58 a 63 milioni. .

Lavori al torrente Bozzente  Altri 5 milioni dal Pnrr

Lavori al torrente Bozzente Altri 5 milioni dal Pnrr

di Roberta Rampini

In arrivo 5 milioni di euro di finanziamento Pnrr per sistemare le tombinature vecchie e degradate del torrente Bozzente a Rho. Gli interventi sono descritti in un progetto approvato nel febbraio 2021, saranno realizzati nei prossimi mesi e si inseriscono nell’ambito della messa in sicurezza del corso d’acqua che attraversa il territorio rhodense, in parte a vista e in parte tombinato, per complessivi 4,3 chilometri. Obiettivo: garantire il corretto scorrimento delle acque ed evitare esondazioni, allagamenti e danni strutturali, quando si verificano precipitazioni abbondanti. Negli anni scorsi grazie ai fondi messi a disposizione da Regione Lombardia tramite Aipo, Agenzia interregionale per il fiume Po, erano stati ripuliti e sistemati gli argini del torrente nel tratto scoperto che va dalla frazione Biringhello fino alla caserma dei vigili del fuoco e che in passato era esondato in diverse occasioni.

Ma non solo, Regione Lombardia ha stanziato anche 8 milioni di euro per la realizzazione di vasche di laminazione nella zona di Biringhello, che permetteranno di trattenere le acque in eccesso e ridurne il flusso in caso di forti piogge, sia sullo scolmatore e soprattutto sul tratto di torrente che attraversa la città di cui la metà tombinato. Vasche contestate dai cittadini e in particolare dai proprietari dei terreni che saranno espropriati. Ora nelle casse comunali rhodensi arriveranno altri 5 milioni di euro nell’ambito del Piano di ripresa e resilienza. Una buona notizia, che significa che il totale dei fondi Pnrr per il progetto "Rho la città che cambia" salgono da 58 a 63 milioni. "I cinque milioni ottenuti, serviranno a ricostruire il fondo dei condotti tombinati al fine di preservare i manufatti da potenziali pericolosi scavernamenti generati dalla corrente - spiegano dal Comune - sistemare le pareti, risanare le solette di copertura e creare rinforzi strutturali dove necessario". In attesa dei lavori l’amministrazione comunale nei mesi scorsi ha introdotto dei limiti di transito ai mezzi pesanti in alcuni tratti. Il progetto, infatti, prevede anche la realizzazione di un nuovo tracciato del torrente lungo via Magenta.