La Musica dei cieli si fa in tre

Torna "La musica dei cieli", la rassegna musicale natalizia che porta nelle chiese dell'hinterland milanese la musica e la spiritualità delle religioni del mondo. 3 appuntamenti dal 3 al 19 dicembre, con artisti franco-indiani, l'orchestra dei popoli e il trio O'Carolan. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

La Musica dei cieli si fa in tre

La Musica dei cieli si fa in tre

Tre appuntamenti in tre chiese, dal 3 al 19 dicembre. Torna il tradizionale appuntamento con “La musica dei cieli“, la rassegna musicale natalizia che dal 1996 porta nelle chiese dell’hinterland milanese la musica e la spiritualità delle religioni del mondo. Quest’anno l’edizione bollatese si arricchisce di una gradita novità: le note musicali risuoneranno per la prima volta anche nella chiesa San Bernardo a Cassina Nuova. Il primo appuntamento è domani alle 15 nella piccola chiesetta di San Guglielmo in via Fametta a Castellazzo, con Parveen Sabrina Khan e Ilyas Raphaël Khan. Si tratta di artisti franco-indiani, eredi da 7 generazioni di un lungo lignaggio musicale del Rajasthan, figli del famoso percussionista Hameed Khan Kawa. Sono cresciuti in India, dove hanno imparato la musica classica.

Secondo appuntamento giovedì 14 dicembre alle 21 nella chiesa di San Martino con la “Piccola orchestra dei popoli“. Dopo la loro esibizione del 2022 con il “violino del mare“, il primo strumento costruito con legni delle barche dei migranti a Lampedusa, è nato il progetto “Quartetto del mare“, composto da quattro strumenti a corda. In questo spettacolo si immagina una barca che naviga toccando varie sponde di culture musicali, dai canti tradizionali turchi e libanesi a quelli giapponesi, dalla poesia musicata di David Maria Turoldo al tango argentino e alle melodie balcaniche. Il mare che viene cantato unisce e non separa. Infine martedì 19 dicembre alle ore 21 nella chiesa di san Bernardo, in piazza don Aldo Pagani, il trio O’ Carolan propone “A night in Bethelem“, un’antica melodia irlandese in cui si racconta la notte della nascita del Bambino. Verranno presentati anche altri brani come melanconiche slow air e danze ricche di ritmo ed energia. Per tutti gli appuntamenti l’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti. Roberta Rampini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro