La Casa delle Associazioni : "Intitoliamola ad Attanasio"

Petizione ad Arese per intitolare la Casa delle associazioni all'ambasciatore Luca Attanasio, ucciso in Congo. Proposta sostenuta da varie associazioni e consegnata al Comune. Solidarietà e richiesta di chiarezza da parte di enti e istituzioni dopo l'attentato.

La Casa delle Associazioni : "Intitoliamola ad Attanasio"

La Casa delle Associazioni : "Intitoliamola ad Attanasio"

Petizione al Comune di Arese per dedicare la Casa delle associazioni all’ambasciatore Luca Attanasio (nella foto). "Vorremmo che al Centro Giada, la Casa delle associazioni ancora senza nome venisse intitolata a Luca Attanasio, barbaramente ucciso in un attentato durante lo svolgimento del suo incarico in una missione umanitaria nella Repubblica popolare del Congo più di tre anni fa. Lo faccio in qualità di referente locale dell’associazione “Amici di Luca Attanasio”, nonché di cittadino residente ad Arese da più di quarant’anni e da amico fraterno della famiglia dell’ambasciatore, che ho conosciuto fin dalla sua nascita e di cui ho apprezzato le sue qualità di uomo e di uomo di Stato", spiega Sergio Clerici. Nei giorni scorsi è stata consegnata all’ufficio protocollo del Comune aresino la proposta della associazione, destinata a sindaco e consiglieri, firmata anche da altre associazioni, tra cui Anpi sezione Arese, Avis, Altrove, Amnesty International, Alpini, Associazione Nazionale Carabinieri, Acli Arese, Gruppo Cinque Stelle, Gruppo Scout Arese, Il Circolo, IncontRho, Lav, Lions Club Bollate, Progetto Sorriso Creche Onlus, Prospettive 2023, Wwf Sezione Groane.

Nel 2021 l’ambasciatore nella Repubblica Democratica del Congo, Luca Attanasio, nato e vissuto a Limbiate, perse la vita in un attentato terroristico insieme a Vittorio Iacovacci, il carabiniere di scorta, e Mustapha Milambo, l’autista congolese. Negli oltre tre anni dal suo assassinio, tantissimi enti, Comuni, associazioni, il Papa e il Presidente della Repubblica, non hanno mai smesso di dimostrare e affermare la loro solidarietà e chiedere chiarezza sull’avvenuto. D.F.