BRUNO
Cronaca

Insediamenti produttivi da sviluppare

Bruno

Villois

Tra le sfide più importanti dell’anno in corso per Milano e la Lombardia ci sono quelle relative all’attrattività turistica ma anche dell’insediamento di nuovi head quarter e di siti produttivi. Il 2022 per il Turismo è stato un anno boom, le ricadute sono state significative sia nella spesa procapite dei frequentatori della città e della regione, sia per il ritorno sull’occupazione, che avrebbe potuto essere ancora più elevato se alla massiccia domanda, soprattutto nel commercio e servizi annessi, ci fosse stata altrettanta risposta, che viceversa è rimasta inevasa per almeno un terzo, riducendo così un impatto che sarebbe stato ancor più ragguardevole. In aggiunta all’attività turistica è iniziato un nuovo proliferare di maxi imprese, sia italiane che estere, che hanno già trovato casa a Milano o la stanno cercando, una rilevante domanda che ha fatto ulteriormente salire i prezzi medi degli uffici, ma anche delle abitazioni. Meno accelerata e consistente è stata la domanda di nuovi insediamenti produttivi o di ampliamento delle superfici già in utilizzo, situazione che, almeno per quest’inizio anno, sembra mantenersi limitatata. Importante che la l’amministrazione regionale, fresca di rinnovo della guida, diventi più propositiva nella presentazione dei vantaggi che possono derivare dall’insediamento, a cominciare da una buona logistica e trasporti merci, grazie alla rete ferroviaria e soprattuto autostradale e aeroportuale, una buona qualità della vita, un’offerta scolastica di livello europeo, condizioni che hanno favorito arrivi di head quarter di grandi gruppi esteri a Milano. Ma altrettanto rilevante deve essere il programma incentivante, basato su facilitazioni burocratiche e amministrative e almeno per un primo periodo, anche tributario e fiscale. Recuperare insediamenti fuori Milano, ma nella stessa citta metropolitana e nel resto della regione, è fondamentale, sia per l’occupazione che per la ricchezza complessiva e le potenzialità di sviluppo che ne derivano.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro