In tre rubarono al “Crazy Pizza“. Condannati

Tre persone condannate per il furto nella pizzeria di Flavio Briatore a Milano, mentre un quarto imputato è stato assolto. Il gruppo aveva agito a volto scoperto e con una lunga storia criminale alle spalle.

In tre rubarono  al “Crazy Pizza“. Condannati

In tre rubarono al “Crazy Pizza“. Condannati

Per aver rubato nella pizzeria di Flavio Briatore, il "Crazy Pizza" di zona Moscova, tre persone sono state condannate a pene di un anno e un anno e otto mesi. Lo ha deciso il giudice Massimo Baraldo, assolvendo un quarto membro della banda, che era imputato per un tentato furto da Sturbacks in via Durini e per un colpo messo a segno nel negozio Bryan&Berry poco distante. Il quarto uomo è stato assolto con formula piena "per non aver commesso il fatto". I quattro erano stati arrestati lo scorso gennaio dagli agenti della Squadra Mobile milanese per i tre gli episodi, commessi tra lu

glio e agosto del 2023. Nella pizzeria di Briatore, in particolare, I ladri avrebbero portato via diversi dispositivi tecnologici - due iPad, sei cellulari, un pc, un notebook -, 6.570 euro in contanti e alcune bottiglie di vino e liquori tra cui alcune Magnum di Dom Perignon. Per mettere a segno il colpo avrebbero anche danneggiato due porte, una cassaforte e uno dei registratori di cassa. Raimondo Santu, 52 anni e Marco Falcetta di 48 sono stati condannati a un anno, mentre Carlo Popolizio dovrà scontare una pena di un anno e otto mesi.

Il gruppo aveva agito a volto scoperto. Senza guanti e con i tatuaggi in bella vista. Con i cellulari in tasca e sempre accesi per comunicare a distanza. Una serie di errori marchiani che avevano subito fatto pensare all’opera di sprovveduti, al primo colpo in vita loro.

In realtà avevano una lunga storia criminale di colpi andati a segno. In questo caso sono stati incastrati dalle telecamere.