In fiamme auto del commissariato: indagato piromane di 43 anni

Un quarantatreenne italiano è indagato per aver dato fuoco a una Volante della polizia. Le indagini non hanno evidenziato motivazioni politiche, ma solo tracce di liquido accelerante della combustione. L'uomo è stato individuato grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza.

In fiamme auto del commissariato: indagato piromane di 43 anni

In fiamme auto del commissariato: indagato piromane di 43 anni

Abita con compagna e figlio in un appartamento in zona Sempione. Dal suo passato spuntano altri episodi simili, anche se prima d’ora non aveva mai preso di mira auto della polizia. Le indagini non hanno fatto emergere particolari motivi di acredine nei confronti degli agenti tantomeno scenari che facciano pensare a un atto deliberato contro le forze dell’ordine. Tradotto: l’uomo indagato per l’incendio di una Volante del commissariato Centro ha il profilo del piromane, visti i precedenti in archivio, senza alcuna connotazione di natura politica. A poco più di due settimane dal rogo di piazza San Sepolcro, ieri mattina gli investigatori della Digos e del commissariato Centro hanno perquisito l’abitazione di un quarantatreenne italiano, accusato di aver dato fuoco a una macchina della polizia.

L’allarme era scattato poco prima dell’una del 14 novembre, quando un agente aveva notato le fiamme ed era subito intervenuto, riuscendo a contenerne gli effetti con l’aiuto decisivo dei vigili del fuoco. Inizialmente si era pensato a un evento accidentale, ma il sopralluogo dei pompieri aveva intercettato tracce di liquido accelerante della combustione sotto il veicolo, in corrispondenza della batteria. A quel punto, sono scattati gli accertamenti coordinati dalla Procura, che si sono basati soprattutto sull’analisi delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza installate lungo le possibili vie di fuga. Così i poliziotti sono riusciti a individuare il quarantatreenne, che quella notte è arrivato in piazza San Sepolcro in bicicletta: dopo aver dato fuoco alla Volante, è risalito in sella e ha percorso alcuni chilometri, per poi infilarsi nell’androne di uno stabile in zona Sempione e parcheggiare la bici negli stalli condominiali. Frame dopo frame, i poliziotti sono risaliti al presunto autore, che deve rispondere di danneggiamento seguito da incendio.

N.P.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro