ALESSANDRA ZANARDI
Cronaca

I guardiani di Rocca Brivio. Visite e mostre alle porte: "Pensiamo noi a tutto"

Dalla pulizia del giardino all’organizzazione dei concerti, una presenza costante. Il presidente dell’associazione: l’obiettivo è mantenere in vita l’antico maniero. .

I guardiani di Rocca Brivio. Visite e mostre alle porte: "Pensiamo noi a tutto"

I guardiani di Rocca Brivio. Visite e mostre alle porte: "Pensiamo noi a tutto"

Sono i guardiani della Rocca, da anni impegnati nel presidio e nella manutenzione dell’antico maniero del Seicento, nel quale garantiscono una presenza costante e preziosa. Dalla sostituzione delle lampadine allo sfalcio dell’erba ("in maniera autogestita, ci siamo comprati pure i tagliaerba") fino all’organizzazione di mostre e concerti, i volontari dell’associazione Roccabrivio, ora con un nuovo presidente al timone, si occupano della cura dell’omonima villa patronale incastonata nel Parco Sud e di proprietà di una società pubblica, da 10 anni in liquidazione.

Proprio la messa in liquidazione della società Roccabriviosforza - partecipata dal gruppo Cap, dai Comuni di San Donato, San Giuliano e Melegnano e, in minima parte, dalla stessa associazione Roccabrivio - ha fatto piombare l’edificio come in un limbo, ma i custodi della Rocca hanno continuato a garantirne la fruibilità e l’apertura al pubblico attraverso un certosino lavoro di controllo e gestione. "Siamo riusciti a rimettere in uso qualche vecchio attrezzo; per il resto, provvediamo all’acquisto di materiali con le quote versate dagli associati (140 quelli attuali) e con quanto riusciamo a raccogliere durante gli eventi ad offerta libera", spiega il neo presidente Luca Orlandi, succeduto allo storico timoniere Luigi Ventura, che comunque è rimasto nel direttivo dell’associazione. "L’obiettivo è continuare a mantenere viva la Rocca, anche in termini d’iniziative culturali e di aggregazione". Ad alzare il sipario sulla stagione 2024 degli eventi primaverili ed estivi sarà il pic nic di domani, 28 aprile. Chiunque lo desideri potrà usare il giardino del maniero per un pranzo al sacco, seguito da un tour nelle stanze dell’antico edificio.

Saranno inoltre visitabili le mostre "Nascere al di là dei sogni" e "Icastica", entrambe ospitate all’interno dello stabile. Le iniziative di domani faranno da apripista ad una serie di eventi, tra i quali la tradizionale rassegna di musica classica "Note d’estate", giunta quest’anno alla 30esima edizione. Intanto, per rilanciare e valorizzare la Rocca si sta cercando di costituire una fondazione, un ente in grado di organizzare attività che possano garantire anche la sostenibilità economica dell’immobile.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro