Milano onora i Giusti: svelate le nuove targhe al Monte Stella. Chi sono

I nuovi nomi: Altiero Spinelli, Vera Vigevani Jarach, Jurij Dmitriev e Narges Mohammadi. “Tutti possiamo dare un contributo per porre un argine all'odio e costruire un mondo migliore”

Milano celebra la Giornata dei Giusti

Milano celebra la Giornata dei Giusti.

Milano, 6 marzo 2024 – Milano celebra la Giornata europea dei Giusti con una cerimonia al Giardino del Monte Stella, un appuntamento ormai consolidato per ricordare la memoria del bene. A Milano, capolista delle iniziative legate a questa giornata, le celebrazioni sono a cura dell'Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano, di cui fanno parte la Fondazione Gariwo, il Comune di Milano e l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI).

I nuovi Giusti onorati oggi sono Altiero Spinelli, padre fondatore dell'Unione europea, Vera Vigevani Jarach, scrittrice e attivista, memoria delle madri di plaza de mayo in Argentina, Jurij Dmitriev, storico russo a lungo impegnato nel racconto della repressione stalinista, e Narges Mohammadi, attivista iraniana imprigionata dal 2016. L'attenzione è rivolta a quelle figure emblematiche che si battono per gli ideali di giustizia e democrazia anche attraverso il dissenso, nonostante questo comporti il carcere e metta a repentaglio la propria vita.

Durante la cerimonia sono state anche consegnate delle pergamene in onore dei numerosi Giusti segnalati dalla società civile. "Noi tutti, nella nostra quotidianità, possiamo dare il nostro contributo per porre un argine all'odio e costruire un mondo migliore, che si fondi sul dialogo, sulla democrazia e sulla bellezza della persona umana. E questo vale anche per il nostro essere europei, che oggi significa superare la logica dei confini nazionali e diventare paladini dei diritti umani e della democrazia in un mondo minacciato ancora da autocrazie, dittature e nuovi conflitti", dichiara Gabriele Nissim, presidente della Fondazione Gariwo.

"Stiamo attraversando un momento storico drammatico - commenta la Presidente del Consiglio comunale Elena Buscemi - La guerra è tornata in Europa, Israele e la Palestina stanno vivendo mesi di grande dolore e devastazione, e il Medio Oriente è in preda all'instabilità politica. E' in tempi come questi che bisogna rifarsi ai migliori esempi dell'umanità, quelle persone che hanno messo la giustizia, la pace e la solidarietà al centro della loro vita, e ne hanno fatto una missione".

"Negli ultimi anni la scelta dei Giusti da onorare, si è rivolta a persone che non solo hanno rischiato la vita per aiutare il prossimo ma che hanno lottato e lottano per creare delle organizzazioni, delle strutture che impediscano il ripetersi di quelle tragedie e migliorare il mondo in cui viviamo", conclude Giorgio Mortara, in rappresentanza dell'UCEI. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro