Milano, fuochi d’artificio fuori da San Vittore per festeggiare il compleanno dell’amico detenuto

Il blitz fuori dal carcere in piena notte. L’intervento della polizia individua quattro ragazzi provenienti da Novara

Fuochi d'artificio (foto di repertorio)
Fuochi d'artificio (foto di repertorio)

Milano, 16 gennaio 2024 – Venti minuti prima dell’una di lunedì sera, gli agenti del commissariato Porta Genova, di stanza nella vicina piazza Venino, sono intervenuti in piazza Filangieri, davanti all'ingresso di San Vittore, per l’esplosione di fuochi d’artificio nei pressi della casa circondariale.

Lì hanno notato un gruppo di quattro ragazzi che si stavano allontanando a passo svelto: fermati, hanno raccontato ai poliziotti di essere arrivati dalla provincia di Novara, dove risiedono, per festeggiare il compleanno di un detenuto a colpi di petardi.

I provvedimenti

Un ventunenne italiano è stato indagato per accensione ed esplosioni pericolose: al momento del controllo, aveva in mano un razzo. Un coetaneo, alla guida dell’auto con cui i quattro sono arrivati a San Vittore, è stato segnalato alla Prefettura per consumo di droga perché aveva nascosto nel calzino del piede destro un grammo di hashish; in più, gli agenti gli hanno ritirato la patente.

Un venticinquenne di origine moldava è stato indagato per spaccio: erano suoi i quasi 15 grammi di hashish nel portaoggetti della portiera anteriore destra. Il quarto ragazzo, un diciannovenne italiano, è stato a sua volta segnalato perché teneva in un pacchetto di sigarette 0,3 grammi di cocaina e 1,26 grammi di hashish.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro