Figli con disabilità trasporto a scuola. Via al contributo

ROZZANO Il Comune stanzia 84mila per le famiglie che hanno provveduto autonomamente ad accompagnare a scuola i propri figli con...

Figli con disabilità trasporto a scuola. Via al contributo
Figli con disabilità trasporto a scuola. Via al contributo

Il Comune stanzia 84mila per le famiglie che hanno provveduto autonomamente ad accompagnare a scuola i propri figli con disabilità. Il bando è rivolto alle famiglie con figli che frequentano le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, statali o paritarie, anche con sede al di fuori del Comune. Per poter beneficiare del contributo è necessario che il minore sia residente a Rozzano e che le famiglie non abbiano già usufruito l’anno scorso, né intendano usufruire quest’anno, del servizio di trasporto scolastico erogato direttamente dal Comune. Il contributo riconosciuto sarà pari a 60 euro al mese per il periodo di frequenza scolastica nell’anno 2023 che dovrà essere attestato dalla scuola. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato per il 29 febbraio 2024 e comunque fino ad esaurimento delle risorse economiche. Le richieste dovranno essere trasmesse via Pec all’indirizzo: protocollo@pec.comune.rozzano.mi.it oppure consegnate previo appuntamento all’ufficio protocollo del Comune. "Abbiamo scelto di destinare i fondi disponibili per dare un aiuto concreto alle famiglie che si fanno carico degli spostamenti da casa a scuola dei propri figli con disabilità - spiega il sindaco Gianni Ferretti (nella foto) - una precisa scelta con cui intendiamo qualificare sempre più gli interventi di sistema per l’inclusione scolastica garantendo il diritto allo studio anche a chi vive una condizione svantaggiata". "Il Comune lavora in sinergia con le scuole per garantire assistenza educativa agli studenti con disabilità - ha aggiunto Ivan Cariello, assessore all’Istruzione - questa ulteriore opportunità si inserisce a pieno titolo nelle politiche in materia di inclusione scolastica degli alunni con bisogni speciali". Mas.Sag.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro