JESSICA MULLER CASTAGLIUOLO
Cronaca

Fondazione Fiera Milano e il nuovo impianto fotovoltaico da record con A2a: “Come togliere dalla strada la CO2 prodotta da diecimila auto”

Il nuovo sistema “da tetto” sarà il più grande l’Italia. Tra gli obiettivi futuri c’è quello di aumentare la percentuale di energia elettrica da fonti rinnovabili dal 38% al 70%

L'innovativo impianto fotovoltaico installato sopra i padiglioni di Fiera Milano

L'innovativo impianto fotovoltaico installato sopra i padiglioni di Fiera Milano

Una superficie ampia come 45 campi di calcio e 50 mila pannelli solari installati. È l’impianto fotovoltaico su tetto più grande d’Italia quello realizzato sui padiglioni di Fiera Milano, a Rho. Partito nel 2018, con la nascita di Fair Renew – joint venture tra A2a e Fondazione Fiera – il progetto è diventato realtà. Con una produzione di 21,6 Gwh – pari al consumo di quasi 8.000 famiglie – e una potenza installata di 18 MWp, l’energia rinnovabile generata dall’impianto andrà a coprire una parte dei fabbisogni del quartiere espositivo di Rho, mentre il restante della quota sarà immessa in rete. Le tonnellate di Co2 risparmiate sono quasi 10 mila, “è come togliere dalla strada l’equivalente di Co2 prodotta da 10 mila vetture in un anno”, spiega l’ad di A2a Renato Mazzoncini.

All’inaugurazione partecipa anche il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, che pone l’accento sulla necessità di pensare alla sostenibilità come un’opportunità e non solo come un dovere: “In Lombardia si fanno sempre i grandi accordi e le sinergie tra le eccellenze del territorio, come dimostra questo progetto, che va nella direzione della sostenibilità a cui siamo favorevoli”, a patto che non sia solo ambientale ma anche “anche economica e sociale”. Un’infrastruttura che piace alla Regione, continua il presidente, anche perché “essendo sul tetto si evitano le polemiche sull’ occupazione del suolo agricolo”, argomento spesso sbandierato contro al fotovoltaico.

Di fattore di competitività per un mercato globale parla il Presidente di Fondazione Fiera Milano Enrico Pazzali, che aggiunge: “L’impianto che presentiamo oggi conferma il ruolo di azionista propositivo della Fondazione nel rendere Fiera Milano sempre più competitiva e sostenibile con l’ammodernamento delle sue strutture anche attraverso nuove opportunità di business, come nel caso dell’adeguamento dei padiglioni in vista dei Giochi Olimpici e Paralimpici invernali 2026”.

“Questo progetto è un importante traguardo tecnologico per lo sviluppo delle rinnovabili e una conferma del ruolo chiave di A2A a favore della transizione energetica del Paese. Una infrastruttura in linea con la strategia del nostro Piano Industriale al 2035, che prevede investimenti pari a 22 miliardi di euro destinati anche allo sviluppo e al potenziamento delle reti, essenziali per accompagnare le nostre città nel percorso verso la decarbonizzazione – continua Mazzoncini– L’impianto di Fiera Milano, al momento un unicum in Italia, costituisce un modello replicabile per la trasformazione urbana. Continueremo a lavorare per affrontare le sfide del futuro, consolidando il nostro impegno nel settore delle energie rinnovabili.”

Francesco Conci, amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano, ha aggiunto: “La sostenibilità diventa oggi un criterio qualificante per attrarre e ospitare grandi manifestazioni itineranti e crediamo fortemente che essa possa essere un vantaggio competitivo e un fattore chiave per guidare la crescita del business. Il piano di sostenibilità integrato presentato il mese scorso incorpora 30 obiettivi quantitativi. Tra questi, ci siamo dati l’obiettivo di aumentare la percentuale di energia elettrica da fonti rinnovabili dal 38% al 70%. Inoltre, come già anticipato dal piano strategico 2024-2027, stiamo lavorando ad un nuovo evento dedicato alle tecnologie per la decarbonizzazione dei processi industriali”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro