Petardi in piazza
Petardi in piazza

Milano, 1 gennaio 2020 - Intossicazioni etiliche e gravi ferite da petardi, l'altra faccia della festa per il Capodanno a Milano. Dopo la notte di festeggiamenti, il bilancio mattutino del primo gennaio parla di 14 interventi da parte del 118 per ferite causate da botti e fuochi d'artifico, nell'area metropolitana di Milano e Monza. A questi si aggiungono 8 casi di abuso di alcol o sostanze stupefacenti, di cui quattro piuttosto gravi, valutati in codice rosso. 

Per quanto riguarda gli incidenti con i petardi, purtroppo un triste classico del Capodanno, tre i casi più gravi in cui si è resa necessaria l'amputazione o la semi-amuputazione della mano. A Cuggiono, poco prima dell'una, un ragazzo di 14 anni ha rimediato l'amputazione della mani sinistra e ustioni di primo grado al volto a causa di un petardo inesploso; Limbiate, poco dopo mezzanotte e mezza, un 24enne ha dovuto fare i conti con la semi-amputazione di cinque dita e un'abrasione all'orecchio; in via Lessona angolo via Capuana, nel quartiere di Quarto Oggiaro a Milano, quando erano ancora le 20.30, la deflagrazione di un petardo inesploso ha coinvotlo quattro ragazzini, il più grave dei quali, un 16enne, ci ha rimesso la mano destra. Tra gli altri feriti ci sono anche dei bambini. A Milano un bimbo di 4 anni, mentre si trovava nel cortile condominiale, si è avvicinato a un petardo
inesploso che è deflagrato accidentalmente, causandogli la frattura del primo dito della mano sinistra con prognosi di 30 giorni. Ferita alle mani, sempre a Milano, anche una bimba di 9 anni alla quale è esploso in mano un petardo. Ancora nel capoluogo, in via Feltrinelli, un bambino di 7 anni è invece caduto su un petardo acceso procurandosi una ferita lacero-contusa al torace.

Infine, nell'arco della nottata risultano tre casi di aggressioni: due tentate violenze ai danni di altrettante ragazze e un 28enne picchiato in piazza Duomo. L'uomo, che ha riportato un trama cranico, è stato trasportato in codice rosso al Policlinico, sveglio e cosciente. Sono in corso accertamenti da parte delle forze dell'ordine per chiarire i contorni degli episodi.