Milano Fashion Week, blitz animalista alla sfilata di Fendi. Attivista in passerella col cartello: “Gli animali non sono vestiti”

L’associazione Peta ha rivendicato l’irruzione postando il video sui social. L’attivista è stata subito allontanata dal servizio di sicurezza

Milano, 21 febbraio 2024 – Irruzione sulla passerella della Milano Fashion Week oggi a Milano, durante la sfilata della collezione femminile autunno-inverno 2024/2025 firmata da Fendi. Il blitz animalista è andato in scena nel pomeriggio quando un’attivista dell’associazione Peta (People for the Ethical Treatment of Animals), facendosi largo tra i presenti, è arrivata sulla passerella mostrando sulla pelle le scritte “Indossa la tua di pelle” e “Volta la schiena alla pelle animale” e tenendo in mano un cartello con lo slogan “Gli animali non sono vestiti”.

L'attivista è stata subito bloccata dal servizio di sicurezza della sfilata e allontanata dalla passerella. Peta ha postato online il video dell'azione di protesta contro l'uso delle pellicce da parte della maison romana. L’azione ha riguardato Fendi perché “è una delle ultime grandi case di moda a utilizzare ancora la pelliccia”, hanno sottolineato gli attivisti che chiedono “a Fendi e a tutti gli altri brand presenti alla Settimana della Moda di Milano di sostituire la pelle animale, arcaica e dannosa per l’ambiente, con materiali vegani lussuosi e sostenibili, che giovano agli animali e al pianeta”

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro