Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
9 mag 2022

I vicini fanno scoprire la fabbrica della droga a Trezzano

Sono stati i residenti a segnalare un viavai sospetto in un magazzino abbandonato: i carabinieri arrestano due uomini con 33 chili di stupefacenti

9 mag 2022
francesca grillo
Cronaca
Dopo averne studiato i movimenti i militari hanno fatto irruzione trovando i due pusher
Dopo averne studiato i movimenti i militari hanno fatto irruzione trovando i due pusher
Dopo averne studiato i movimenti i militari hanno fatto irruzione trovando i due pusher
Dopo averne studiato i movimenti i militari hanno fatto irruzione trovando i due pusher

Trezzano sul Naviglio (Milano), 10 maggio 2022 - I cittadini di via Treves avevano notato da qualche tempo uno strano viavai. Si erano insospettiti, vedendo macchine e persone entrare e uscire da un capannone abbandonato. Eppure, soprattutto di sera, i movimenti erano continui. Per questo, i cittadini hanno inviato una segnalazione ai carabinieri e sono stati i militari della Compagnia di Monza a prenderla in carico. I carabinieri hanno subito disposto dei servizi di osservazione nei pressi del capannone. Le segnalazioni erano giuste: durante le attività, i carabinieri hanno notato due persone che entravano e uscivano dallo stabile.

In sinergia con i colleghi del Comando Provinciale di Milano, i militari di Monza hanno circondato l’edificio di via Treves, senza farsi vedere dagli spacciatori che erano dentro il capannone, e hanno fatto irruzione, sorprendendo i due uomini in flagranza, intenti a confezionare la sostanza. All’interno del magazzino abbandonato, i carabinieri hanno trovato due chili di marijuana e 900 grammi di hashish. Non solo droga: nascoste c’erano anche diverse banconote, in totale oltre 17mila euro in contanti. I due responsabili di 45 e 46 anni sono stati arrestati.

La perquisizione da parte dei militari è stata estesa anche alle rispettive abitazioni. A casa di uno dei due arrestati, ad Albairate, è stata trovata altra sostanza: due chili di cocaina, 22 chili di marijuana, quasi sei chili e mezzo di hashish e oltre 11mila euro, sempre in contanti. I controlli sono poi proseguiti a Cisliano, nell’abitazione del secondo arrestato. Anche qui, all’interno dell’appartamento, erano nascoste oltre 2mila euro in banconote. In totale, i carabinieri di Monza hanno sequestrato 33 chili tra cocaina, hascisc e marijuana e oltre 30mila euro in contanti. Al termine degli accertamenti, il 45enne e il 46enne sono stati arrestati per il possesso della droga e portati nel carcere di Pavia, mentre l’ingente quantitativo di stupefacente sarà sottoposto alle analisi presso i laboratori specializzati dei carabinieri.

Le indagini, infatti, non si fermano qui. Rimane da chiarire la provenienza di tutta quella sostanza stupefacente e la rete del commercio, in quali piazze erano destinate e venivano poi spacciate le dosi create nel magazzino di via Treves.

Gli ultimi arresti per droga a Trezzano risalgono a gennaio di quest’anno, quando i poliziotti della Squadra Mobile hanno fermato un 48enne pregiudicato trovato con oltre venti grammi di cocaina nascosti nelle mutande. A gennaio dello scorso anno, sempre gli agenti della Squadra Mobile della Questura, hanno trovato 460 grammi di cocaina in un appartamento, arrestando il pusher ventenne che aveva organizzato una festa con amici, tra cui un sedicenne. Anche in questo caso, come per gli arresti al capannone di via Treves, le indagini erano partite da segnalazioni degli abitanti del quartiere.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?