La piccola Edith uccisa dalla mamma, la rabbia del papà: “Dopo due anni la mia bimba è ancora senza giustizia”

La bambina di William Anzaghi è morta soffocata il 7 marzo 2021. Mamma accusata di omicidio volontario. Il processo si è aperto lo scorso autunno "ma la macchina è lenta, non so quando arriveremo alla fine"

"Edith è ancora senza giustizia"  La rabbia del papà dopo due anni

"Edith è ancora senza giustizia" La rabbia del papà dopo due anni

Milano – “Due anni senza di te. Due anni ancora senza giustizia”. Lo scrive sul suo profilo Facebook William Anzaghi che ricorda la sua bambina: Edith. Morta a 2 anni, soffocata tra il 7 e l’8 marzo del 2021 nella sua casa di Cisliano. Sotto quelle poche parole, la foto della bimba con i suoi occhi curiosi, spalancati sul mondo. Chiusi per sempre.

Per la Procura di Pavia ad averla uccisa è la mamma Patrizia Coluzzi che oggi ha 43 anni. "Non accettava l’idea della separazione" ha sempre ripetuto William, milanese, di 46 anni, che da lei aveva preso le distanze e aveva appunto chiesto la separazione.

Lo scorso autunno si è aperto il processo in Corte d’Assise: la donna, che dopo l’arresto e la scarcerazione è stata trasferita nella Rems di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, deve rispondere di omicidio volontario. "Io provo amarezza perché dopo due anni ancora non c’è giustizia per la mia bambina: il processo si è aperto da poco, la macchina è lenta, non so quando si riuscirà ad arrivare in fondo a questa storia. E intanto la mia Edith non c’è più da due anni".

William è riemerso a fatica dal baratro di tristezza in cui è piombato da quando la bimba è stata uccisa. "Non potrò mai dimenticare il dolore ma ho dovuto per forza imparare a conviverci. Ad andare avanti". Al bar che gestiva in zona Wagner ne ha aggiunto un altro, “La bottega del caffè“ in via Lorenteggio 234, "che ho voluto aprire anche per cambiare aria, per non pensare continuamente a quello che mi era successo".

A dargli forza, l’affetto di familiari e amici. E anche il suo messaggio di Facebook è stato commentato con decine di commenti e cuori: "Forza William, siamo tutti con te. Ti vogliamo tanto bene", scrive Maria. "Un forte e stretto abbraccio", aggiunge Chiara. In memoria della piccola, a novembre del 2021 è stato inaugurato il “Giardino di Edith“ nella scuola dell’Infanzia Pier Capponi in zona Pagano, che la bambina avrebbe frequentato: donati tavoli esterni e mini sedute di legno grazie a una raccolta fondi spontanea (circa 3mila euro) della gente, che papà William ha deciso di destinare all’asilo. Non solo: le associazioni dei commercianti Belfiore e Le strade di Wagner hanno donato casse audio, mentre la casa editrice La Coccinella ha regalato 250 libri. "In futuro – conclude Anzaghi – organizzeremo altri progetti". Sempre in onore della sua piccola.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro