ROBERTA RAMPINI
Cronaca

Dubbi sulle vasche di laminazione: "Prima ripulite torrente e canale"

Elena Ceriani, proprietaria di un terreno agricolo: valutare l’utilità attuale di un progetto concepito 15 anni fa

Dubbi sulle vasche di laminazione: "Prima ripulite torrente e canale"

Dubbi sulle vasche di laminazione: "Prima ripulite torrente e canale"

"Siamo sicuri che le vasche che Regione Lombardia vuole realizzare a Biringhello servano ancora? Prima dovrebbero pulire il Bozzente, utilizzare la vasca di Villanova a Nerviano e poi valutare se l’opera è utile oppure se è uno spreco di denaro e territorio". All’indomani dell’incontro pubblico nel corso del quale l’assessore regionale al territorio Gianluca Comazzi e responsabili AiPo (Agenzia interregionale per il fiume Po) hanno illustrato il progetto delle vasche di laminazione a Biringhello di Rho, i proprietari dei terreni agricoli interessati dall’intervento ribadiscono i loro dubbi.

L’intervento prevede la realizzazione di due bacini, uno da 50mila metri quadrati e l’altro da 40mila metri quadrati. Inizio lavori entro il 2024, durata del cantiere 730 giorni. Regione Lombardia finanzia il progetto con 8,8 milioni di euro e AiPo lo realizza. Obiettivo: evitare esondazioni del Bozzente in caso di piogge intense e tutelare la frazione di Biringhello e il centro di Rho. "Eravamo presenti anche noi all’assemblea, abbiamo fatto le nostre osservazioni al progetto e alcune domande all’assessore, ma non abbiamo ricevuto tutte le risposte, restano ancora molti dubbi – afferma Elena Ceriani, una dei proprietari dei terreni agricoli –. Noi non siamo preoccupati per i nostri terreni, anche perché sembra che non ci saranno espropriati, ma potremo continuare a coltivare e ci verranno dati degli indennizzi in caso di riempimento delle vasche. Diciamo che forse prima bisognerebbe pulire il Bozzente che ormai non ha più fondo né sponde a causa delle sterpaglie, alberi e altro materiale che rallenta il flusso dell’acqua. Inoltre bisognerebbe valutare l’impatto che ha la nuova vasca di Villanova, prima di spendere altri soldi per fare nuove vasche che sono state progettate in base ad una relazione del 2008 mai aggiornata".

Insomma secondo gli agricoltori prima di sacrificare terreni verdi e agricoli e spendere altri milioni di euro, la Regione dovrebbe valutare con attenzione se le due vasche nella frazione rhodense di Birnghello sono ancora necessarie.