Dieci milioni per il sociale: "Al fianco dei più fragili"

Cinisello, il 40% andrà all’area disabilità e alla ricerca di lavoro per i giovani. Per gli anziani sarà sperimentato il cohousing con servizi domiciliari.

Dieci milioni per il sociale: "Al fianco dei più fragili"

Dieci milioni per il sociale: "Al fianco dei più fragili"

Dieci milioni di euro di investimento per il sociale. In collaborazione con Ipis, il consorzio per il sociale, e con un finanziamento Pnrr di circa 2,5 milioni di euro, si andranno a sostenere due linee innovative legate alla fragilità con 675mila euro per i disabili e 1,8 milioni di euro per gli anziani. La tipologia di azione è la sperimentazione di un co-housing con un’integrazione sociosanitaria nei servizi domiciliari, destinata anche alla permanenza a domicilio di persone con fragilità e l’inserimento di figure educative. In collaborazione con Afol Metropolitana, circa 84mila euro saranno destinati per gli inserimenti socio-lavorativi. C’è anche un progetto ulteriore “Trama e ordito“, che vede una rete tra istituzioni e privati e che si propone di creare opportunità di inclusione occupazionale, da qui e per i prossimi due anni, per persone con disabilità fisica, psichica e cognitiva di età compresa tra 16 e 35 anni. L’intervento è pari a 250mila euro, coinvolgerà in un percorso formativo 80 giovani e ha l’obiettivo di trovare un lavoro almeno a 50. "Partendo dal presente, guardiamo ai fatti e alle prospettive possibili, senza illudere nessuno. I numeri ci sono per portare avanti progetti significativi in ambito sociale – spiega l’assessore al Welfare Riccardo Visentin (nella foto) –. Le esigenze di minori, anziani e fragili sono prioritarie".

Circa 180mila euro andranno al contrasto all’emergenza abitativa. Fra le azioni in campo per famiglie e minori 75mila euro andranno al sostegno con consulenze psicologiche, nel caso di affidi e adozioni, e per i minori sottoposti a procedimenti penali. Per gli anziani è prevista una spesa di 1,33 milioni di euro con 720mila euro di contributi al ricovero. La disabilità vede in totale quasi 4 milioni di spesa. Infine, occhio di riguardo per il contrasto alla violenza sulle donne, che vede Cinisello capofila della rete del Nord Milano VeNuS. L’impegno è quello di intraprendere, pionieri in Lombardia, un percorso per la costituzione di un servizio territoriale specialistico per una maggiore stabilità progettuale e di interventi nel tempo, sempre in raccordo con Regione. "Al forte impegno sul presente si affianca lo sguardo sulle scelte innovative di attenzione alla persona. Diversi piani sono frutto di ricerca, partecipazione a bandi e risultati di co-progettazione".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro